Saturday, Apr. 29, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 17 Feb 2012

|

con Like

Come diventare un grinder di poker online?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Come diventare un grinder di poker online?

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

DIECI COSE DA FARE PRIMA DI INIZIARE UNA SESSIONE DI GRINDING

Per un vero grinder il poker è lavoro. Molte volte però non lo affrontiamo come tale: spesso anche i professionisti commettono infatti errori perché non stanno giocando nelle condizioni migliori possibili, condizioni essenziali per un lavoro di concentrazione come è il poker. Qualora quindi nel 2012 abbiate deciso di intraprendere la carriera del professional poker player, eccovi dieci consigli indispensabili da ricordare ogni volta che state per affrontare una sessione di grinding estremo, soprattutto inizialmente quando avete poca confidenza.

1. INIZIAMO RIPOSATI
Cominciare una sessione di grinding in maniera rilassata è fondamentale. Ciò è possibile solamente se non siamo stanchi, stressati e se non abbiamo la mente occupata da preoccupazione o altri pensieri che possono distoglierci dall’obiettivo fondamentale, che ricordiamo è far sì che la nostra ditta individuale ottenga profitti. Il riposo è indispensabile per il metabolismo umano: occorre dormire almeno sei/otto ore a notte e mantenere costante il bioritmo, cioè riposare quasi sempre nello stesso intervallo della giornata.

2. ALIMENTAZIONE CORRETTA
Il primo pensiero della nostra giornata deve essere quello di mettere in cascina le energie che ci serviranno per rimanere davanti al pc otto o più ore. Se giochiamo a poker dal pomeriggio perché magari siamo giocatori di sit and go una colazione abbondante è ciò che ci serve; se invece giocassimo solo durante la serata e la nottata un pranzo verso le quattro del pomeriggio sarebbe ideale perché così diamo il giusto tempo al nostro corpo per assimilare i “sani” alimenti di cui ci siamo nutriti.

3. COMODITA’
E’ fondamentale essere sicuri di non stancarsi troppo davanti al computer, soprattutto in quelle sessioni che si prolungano per un lungo arco di giornata. Una seduta che ci permetta la giusta postura, salvaguardando la schiena e il collo, larghi spazi attorno a noi per poter sgranchire gli arti superiori e inferiori e un’attività fisica giornaliera di almeno mezz’ora sono gli elementi essenziali per garantirsi una stabilità anche dal punto di vista fisico per un lavoro che non è stancante come quello del minatore ma che a lungo andare può logorare molto il nostro corpo.

4. TUTTO A PORTATA DI MANO
Durante la nostra giornata lavorativa è fondamentale non doversi allontanare, se non in maniera sporadica, dal posto di lavoro. Portiamo quindi tutto ciò che ci potrebbe servire vicino alla scrivania. Una buona dose di bevande (è preferibile bere almeno mezza bottiglia di acqua in ogni sessione), dei frutti o degli snack per consumare qualcosa di solido ogni due/tre ore e un blocco per gli appunti da tenere a mente dovrebbero essere sempre sulla nostra postazione. Se siete grinder di sit and go potrebbe essere addirittura importante avere a disposizione il necessario per espletare i nostri bisogni corporei.

5. LA GIUSTA ATMOSFERA
Le luci dell’ambiente intorno a noi devono essere studiate in maniera ottimale per non disturbare troppo a lungo andare la vista. Ritengo sia fondamentale creare il giusto mix tra la luce emessa dal monitor, quella esterna e quella artificiale. Utile si rivela a tal scopo la possibilità di regolare la luce di una lampada secondo il grado di luminosità proveniente dall’esterno. Ricordiamoci però di avere anche questo elemento a portata di mano. Per ciò che concerne invece l’udito, eliminiamo i rumori provenienti dal pc se non indispensabili e creiamo una situazione attorno a noi il più silenziosa possibile.

6. INTERFERENZE ESTERNE
Eliminiamo completamente tutte le interferenze esterne: no a grinding con tv accesa, radio o addirittura persone che ci girano intorno. Il lavoro in ambito pokeristico è un lavoro solitario e tale deve rimanere: per non alienarci naturalmente dovremo compensarlo con una buona vita sociale al di fuori delle ore lavorative. Alcuni giocatori possono essere aiutati nel rilassamento e nella concentrazione dalla musica: per questo aspetto varia dalla sensibilità di ognuno di noi e quindi fare delle prove mirate è l’unica soluzione possibile.

7. NO CELLULARE
Voglio dedicare un punto specifico per questo argomento. Come un operaio non può rispondere al cellulare mentre sta in una catena di montaggio, anche il grinder dovrebbe essere capace di spegnere il cellulare durante le proprie ore di lavoro. Se non ci è possibile lo spegnimento completo dell’apparecchio, imponiamoci almeno di non leggere e rispondere agli Sms e rispondere solo alle eventuali chiamate veramente importanti o che possono creare situazioni di pericolo se ignorate.

8. PRONTI FIN DALL’INIZIO
Tutti i programmi che ci servono durante le nostre ore lavorative devono essere aperti fin dell’apertura del primo tavolo sul quale andremo a giocare. Quindi apriamo prima i vari Tableninja, Hold’em Manager, Pokertracker, Sharkscope, ecc. e per ultimo le lobby delle poker room. E’ fondamentale avere davanti ai nostri occhi sempre la situazione ottimale per permetterci di prendere sempre le giuste decisioni.

9).PC ESCLUSIVO PER IL GRINDING
Sia per la sicurezza del nostro lavoro, sia per una migliore efficienza, sarebbe opportuno avere un personal computer destinato esclusivamente al grinding. Ovviamente questo dovrebbe essere collegato a un gruppo di continuità e dovremo avere a disposizione almeno due diversi collegamenti internet in modo da non dover prendere pause forzate a causa di un calo di corrente o di un’assenza di linea telefonica. Il pc per grindare poi dovrebbe avere delle limitazioni (o dobbiamo imporcele personalmente) per ciò che concerne la navigazione e non permetterci di accedere a tutti quegli elementi di disturbo presenti in rete come social network e simili che ci possono distogliere dagli obiettivi primari del nostro lavoro.

10. LE GIUSTE PAUSE
Questo capitolo finale è particolare perché è differente a seconda che siate giocatori di tornei multitavolo, sit and go o (in futuro) cash game. Ovviamente sarà difficile prendersi delle pause se siete grinder di tornei multitavolo e quindi il consiglio è quello di fare un’attività fisica giornaliera volta alla resistenza aerobica. Se invece siete giocatori di sit and go potete per esempio dividere la vostra giornata lavorativa, che dovrebbe aggirarsi attorno alle 8/10 ore, in due sessioni con una pausa di mezz’ora nel mezzo. Infine se il vostro lavoro diventerà il cash game il mio consiglio è quello di fare sessioni ristrette e prendersi una pausa di quindici minuti ogni due ore.

Articolo pubblicato su Poker Sportivo: il magazine del Poker ogni mese in edicola. Abbonati subito!

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari