Wednesday, Apr. 23, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 1 ago 2012

|

con 12 Like

Riccardo Cantafora: “Rieccomi nel mondo degli MTT!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Riccardo Cantafora: “Rieccomi nel mondo degli MTT!”

Area

Argomenti correlati

Ieri abbiamo celebrato il ritorno sulle scene di uno specialista MTT come Riccardo Cantafora! “Donriky” si è rimesso in mostra shippando lo SplashDorado di Poker Club Lottomatica, con il nickname di “AMS734DAM“. Lo abbiamo subito intervistato, e ovviamente questa è la prima domanda che gli abbiamo fatto:

AMS734DAM? Che fine ha fatto il tuo nickname “donriky”?

(risate) Essendo passato al cash game, prima su PokerStars e poi sul circuito Ongame, era da un po’ di tempo che non grindavo MTT. Un mese fa ho ricominciato a giocarli, e per assicurarmi un piccolo vantaggio iniziale ho deciso di “cambiare nick”, ovvero di registrare account su skin diverse degli stessi circuiti su cui già giocavo per avere un soprannome diverso. I tre nick “nuovi” che ho su Ongame, Ipoker e Poker Club sono tutti dedicati al più fortunato dei miei amici in real life!

Come mai avevi smesso con gli MTT? E come mai adesso hai deciso di ricominciare?

Avevo smesso perché nonostante avessi vinto l’Eldorado da 40.000 € la scorsa estate, stavo comunque runnando da schifo da circa 5.000 MTT. Quando è arrivato il Cash Game in Italia è stato subito amore: durante le vacanze estive non avevo voglia di passare le mie serate a grindare i tornei e ho preferito dedicare i miei pomeriggi al cash. Anche dal punto di vista della varianza che mi è sembrata meno “crudele” mi sono trovato meglio.

Il mese scorso ho risolto qualche problema in real life e ho deciso di ricominciare con gli MTT alla sera accostati al cash game al pomeriggio.

Veniamo allo SplashDorado di ieri. Raccontaci il tuo torneo!

Ho chiuso male il day 1, ripartivo da 24° su venticinque con circa 12 bb. Alla fine della prima orbita mi trovo JJ da small blind e il bottone pari stack pusha con A8; io metto, mette il big blind con AQ e trovo il triple up!

Da lì trovo lo stack per giocare un po’ e salgo ai vertici, praticamente solo uncontested. Una mano da segnalare: io apro da MP a 24.000 su bui 6/12, il BB con cui avevo molta history 3betta a 55.000. Io 4betto a 115.000 e lui fa 165.000 con 330k dietro. Io pusho in bluff con A2o e lui folda!

Poche mani prima gli avevo vinto un grosso piatto postflop ed ero certo che volesse reagire contro di me, poi comunque lo conosco da tempo e so che è capace di fare questo tipo di cose: per il flow del momento ero molto sicuro della mia read. Poi ho mostrato A2o per far tiltare l’intero tavolo e rovinarmi del tutto l’immagine.

Dopo un 66 < AQ e un JJ <A5 arrivo al tavolo finale da short, venti BB circa, e mi nittizzo perché non c’era molto altro da fare. Trovo poi un raddoppio con AA vs AQ e da lì… inizio a martellare il tavolo senza fermarmi mai! Onestamente il livello era scandalosamente basso, 6 left non erano rimasti più reg degni di nota, e due o tre di loro giocavano proprio a caso.

Con un po’ di montagne russse arrivo all’HU finale e poi perdo con A2s contro A2s, lol, chiude colore lui. Torno in vantaggio con AQ contro JT e alla fine apro con AA e lui si suicida pushandomi direttamente tutto lo stack con K8, era tiltato perché non avevo voluto fare un deal!

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

TI PIACE IL POKER?
Clicca su Mi Piace e diventa fan della più grande community italiana!

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari