Saturday, Aug. 30, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 4 ago 2012

|

con 19 Like

Rocco Palumbo: «Vincerò la sfida, le bet contro di me sono uno stimolo»

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Rocco Palumbo: «Vincerò la sfida, le bet contro di me sono uno stimolo»

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Millecinquento tornei, giocati a partire dal 3 fino alla fine di agosto con un 30% di ROI medio e almeno 20 mila euro di profit.

È su queste basi che parte la scommessa di Rocco Palumbo, pro di Winga Poker, una sfida che qualcuno ha definito impossibile ma alla quale il neobraccialettato proprio non vuole rinunciare. Già in questi primi giorni Rocco ha iniziato a giocare fino a 36 tavoli contemporaneamente e in molti si chiedono come sia possibile per lui trovare continuamente nuovi stimoli per mettersi in gioco fino a questo punto.

«Luglio è stato caratterizzato da poco gioco online e niente di concreto, — ci racconta RoccoGE — non si può parlare di badrun, alla fine avrò giocato 150 MTT e 15 mila mani cash… semplicemente ho perso ogni volta. Alla fine per grindare ho avuto meno di una settimana. Se ci aggiungi due trasferte con zero ITM totalizzi un bel negativo!». Tutto nel novero delle possibilità, ma Palumbo non è uno che si accontenti. «Parlottavo del più e del meno con Bubukonan — continua Palumbo — sulla possibilità di riuscire in un impresa simile e appena mi ha detto “impossibile” mi è scattato la scintilla! Inoltre in questo periodo ho molta voglia di giocare MTT; non si può dire altrettanto del cash. In ogni caso mettermi alla prova fino allo stremo è una delle cose che preferisco fare.»

E così si inizia. Ma come mai proprio agosto, il mese che per antonomasia è dedicato all’ozio? «Semplicemnete perché rimango a casa tutto il mese, salto EPT Barcellona per preferenze personali. Non ci sono altri motivi anzi, i bassi garantiti e l’affluenza ridotta di questo mese rende semplicemente la cosa più difficile abbassando i premi; ma in realtà la motivazione è una sola: la casualità e il fatto che è l’unico mese in cui potrò permettermi di fare tale massa.»

Rocco Palumbo

Nella natura della sfida c’è anche la scommessa. Rocco Palumbo accetta bet 2:1 circa la riuscita dell’impresa. Inutile dire che la maggior parte delle scommesse sono contro di lui. «Più dei risultati — sia profit sia ROI sono al minimo per quasi tutti i buoni regular su 1.500 giochi — penso che i motivi che hanno indotto molti a bettarmi contro sia la massa. Stiamo parlando di una media di 50 MTT al giorno in un panorama dove per farne 50 devi giocarli tutti (anche i low stakes) e in contemporanea, visto che iniziano prevalentemente nelle ore serali. Stasera ho toccato 36 tavoli aperti! Essendo una bet da grinder di MTT, una categoria che in linea di massima è abituata a massare poco, l’idea che io riesca a fare così tanti tornei multitavolo giocando focused stupisce molti. Io invece sono fiducioso!»

Tanto online, ma senza dimenticare il poker live, che ultimamente ha dato tante soddisfazioni: «Al 99% parteciperò all’Italian Poker Tour di Campione. Conto di arrivare alla fine della sfida “in modo tranquillo”, non voglio scapicollarmi. Non ti nego che le prime due serate sono andate molto bene sotto il profilo del tabling, del volume e anche della concentrazione. Mi sono trovato davvero bene. Peggio il profit, la prima serata poco negativa ma con tantissime deep run — inutile finché non fai top3 — e stasera (venerdi, n.d.r.) decisamente male, non ho ancora concluso tutti i tornei ma ho sicuramente fatto abbastanza negativo. Comunque la bet è appena partita e non mi scoraggio, alla fine ho avuto parecchi bettor contro e la quota 2:1 fa si che io sia molto stimolato a vincere, anche se ovviamente la run inciderà parecchio. Quello di cui mi sento sicuro e tranquillo è che non necessito di avere grossi shot o runnare in modo super. Secondo i miei calcoli se runnassi normale sarebbe sufficiente. Ovviamente se chiudessi col doppio del profit non mi lamenterei!»

Come scrisse Luis Sepùlveda, “Volare è una decisione molto personale”. Credo che Rocco la decisione l’abbia presa molto tempo fa.



ps-ipad

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari