Sunday, Aug. 19, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Mar 2017

|

 

Emiliano Conti e il suo approccio al live: “Ecco la mia strategia per estrarre valore dagli occasionali”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Emiliano Conti e il suo approccio al live: “Ecco la mia strategia per estrarre valore dagli occasionali”

Area

Vuoi approfondire?

Ogni tanto si schierano.

Proprio loro, gli amanti incalliti dell’online che di norma evitano il poker live come la peste in quanto ‘troppo noioso’ rispetto alla frenetica action delle sessioni multi-table, sporadicamente si palesano ai tavoli, quelli veri.

E’ il caso di Emiliano Conti, top reg del panorama ‘punto it’, che ha scelto di iscriversi al Phase 1A di questo PartyPoker Millions qui a Saint Vincent:

Ho scelto di fare questo torneo perché a fronte di un buy-in molto contenuto mi aspettavo di avere una discreta edge sul field – ha esordito Emiliano – dato che sapevo ci sarebbero stati molti casual player, anche se la struttura è piuttosto verticale…Credo comunque di poter fare bene se mi reggeranno i colpi! Insomma, il rapporto buy-in prizepool è troppo conveniente per missarlo.

Mentre Mario Adinolfi, intervistato questo pomeriggio dopo la doppia eliminazione, predilige aggredire l’early stage, Conti invece opta per una strategia più conservativa, almeno nei primi livelli:

All’inizio sicuramente è inutile giocare aggressivi perché la gente ha pagato e giustamente si vuole ‘degustare’ i flop. In late stage (se ci arriverò) visto che le persone vorranno imbustare per andare al Day1 perché non hanno intenzione di fare re-entry, lì ci sarà da aggredire tanto e incrementare lo stack. Ovviamente se ci arriviamo utilizzeremo questa strategia perché se avrò un tavolo particolarmente facile, cosa che a livello statistico dovrebbe succedere, non sarà difficile fare stack con tutti i se del caso…se non busto, se non le metto da peggio e se non mi coolerano!

Lo switch dall’online al live comporta diversi accorgimenti, in primis sulla scelta delle size da adottare contro i giocatori occasionali, come ci ha spiegato lo stesso Emiliano:

Sebbene non abbia tutta questa esperienza per dare lezioni su come exploitare il field live rispetto a quello online, posso dire che sul live sarò più spostato sul vero, di conseguenza userò size più grosse perché principalmente starò effettuando una value-bet. In linea di massima il player medio amatoriale, di norma una calling station, sarà disposto a pagare anche degli importi più alti, rendendo decisamente profittevole un accorgimento di questo tipo. Poi, nel caso decidessi di bluffare contro un casual player che non ama foldare, farò comunque size corpose in modo da aumentare la fold equity mono-street.

Seguite l’action in diretta del Partypoker Millions sul nostro social blog!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari