Saturday, Nov. 18, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 21 Ago 2017

|

 

Eros Nastasi multitabla live al PSC Barcellona: “Non è +EV, ora sono esausto!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Eros Nastasi multitabla live al PSC Barcellona: “Non è +EV, ora sono esausto!”

Area

Vuoi approfondire?

Dicesi multitabling quell’attività pokeristica in cui un giocatore si trova a giocare più partite nello stesso momento.

Non essendo l’ubiquità cosa umana, solitamente il multitabling si svolge ai tavoli online, dove si possono aprire più tavoli nello stesso schermo e saltare dall’uno all’altro in tutta comodità con il mouse.

Ma negli anni abbiamo visto più casi di giocatori che non hanno avuto esitazioni a lanciarsi nel multitabling live, correndo da un tavolo all’altro in prove di resistenza fisica e mentale che giocoforza prevedono dei periodi di sitout e una minore history sugli avversari.

Ieri notte si è lanciato nel multitabling live Eros Nastasi, che sul suo profilo Facebook ha informato che avrebbe giocato in contemporanea il Day2 della 440€ PokerStars Cup e il 2.200€ High Roller PokerStars National.

eros nastasi status facebook multitabling live

A fine Day uno stanco Eros ci racconta che la decisione di ‘bitablare live’ è arrivata dopo aver saputo che i due tornei si sarebbero giocati nella stessa sala, cosa che poi non è avvenuta:

“Ieri ho visto che i due tornei erano in contemporanea e ho chiesto a una figura professionale di PokerStars se sarebbero stati giocati nella stessa sala, lui mi ha risposto di sì e quindi mi sono registrato a entrambi e sono riuscito a fare Day2 alla PokerStars Cup. Poi vista la grande affluenza dell’High Roller, che ha contato 1460 entries, per motivi “logistici”‘non sono riusciti a rompere dalla “main room” per far spazio al Day2 della Cup, e dunque i tornei si sono svolti in due sale diverse ed è nata questa bella maratona 😌”

Eros spiega che è stata una esperienza faticosissima, “sia a livello fisico che mentale”:

“Fare avanti e indietro viste le sale in due parti opposte del casinò non rientrava nei miei piani pre-partenza 🙂 Però allo stesso tempo mi sono divertito un sacco, anche se dover star concentrati per tutto questo tempo in due tornei completamente diversi con avversari differenti, è stato veramente un sottopormi ad un esame difficile”

Il siciliano spiega che per gestire il multitabling live “devi possedere un mindset e una determinazione non da poco, oltre che tenere i nervi ben saldi, entrando nel tuo mondo e isolandoti completamente nel mondo esterno”, e che nelle cinque ore di multitabling crede di aver dato il massimo in entrambi i tornei:

“Purtroppo sono uscito a fine giornata da tutte e due le parti, nella PokerStars Cup 91° venendo coolerato nella stessa orbita, prima AK<AA per 20x effettivi, e subito dopo KK<AQ che determina la mia uscita. Ovviamente mi sono subito diretto verso la sala dell’High-Roller a tutta velocità, dove era in corso il penultimo livello del torneo”

Ma per Eros evidentemente non era serata, perchè poco dopo è arrivata anche la seconda eliminazione:

“Su bui 2k/4K apre Lorenzo Sabato a 9.500 che gioca per 200k effettivi da HJ, io 3betto 24500 da bottone con stack effettivo 130k, lui chiama. Flop T-8-4 rainbow, lui check-chiama la mia bet di 24k. Turn 4, check/shova la mia bet di 39k con dietro 44 circa dietro e call. Allo showdown io giro A-To e lui 3-4 a picche, che dire è stato più bravo lui !😊”

Nastasi rivela comunque di aver cercato di pianificare i sit-out nei due tornei in modo da rendere al meglio:

“Penso di essere stato sit-out da ogni singolo tavolo per un max di 15/20 mani, e che con una buona “mia” organizzazione son riuscito a gestire bene valutando fattori come break, pausa, stack nei tornei, field e  importanza del momento. Ovviamente il mio modo di giocare è rimasto invariato e ho dato il massimo per entrambi i tornei”.

Eros rivela che comunque non ritiene il multitablare live +EV, ancora di più considerato che solitamente dal vivo studia gli avversari per carpire tell fisici:

“Sicuramente non credo che il multitablare live possa essere +EV, vuoi o non vuoi devi per forza maggiore giocare meno mani e saltarne altre che sarebbero potute essere importanti con tutto che non lo potrai mai sapere”.

Per Nastasi ci sono pochi casi in cui per un professionista con l’EV nel mirino è lecito schierarsi live a più tornei in contemporanea:

“A mio avviso è lecito multitablare se magari i due tornei che stai disputando in primis non sono di buy-in importantissimi , e che comunque qualora fosse i tornei sono in contemporanea ma quantomeno vicini e nella stessa sala”

Anche perchè il multitabling live è una attività che prosciuga ogni risorsa, al punto che Eros probabilmente posticiperà il suo Main Event:

“Se devo dirla tutta mi sento esausto da questa giornata incredibile, dove ho dovuto per forza di cose dare tutte le energie che possedevo. Avevo in mente di giocare il Main Event da 5.300€ domani, ma temo che mi prenderò un bel riposo, rilassandomi per tornare dopodomani a lottare per un altro sogno”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari