Wednesday, Nov. 22, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 16 Ott 2017

|

 

La prima intervista di Musta da pro Winamax: “Primi contatti a Vegas, mai vista la patch come un obiettivo”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

La prima intervista di Musta da pro Winamax: “Primi contatti a Vegas, mai vista la patch come un obiettivo”

Area

Vuoi approfondire?

Dal niente, in un caldo sabato di ottobre, siamo venuti a sapere che la poker room francese Winamax vuole fare le cose davvero in grande in prospettiva della liquidità condivisa, e ha accorpato al suo Team Pro i numeri uno di Italia e Spagnail nostro Mustapha Kanit e il fortissimo Adrian Mateos.

Subito siamo andati a sentire Musta per farci raccontare di questa incredibile novità del suo già incredibile percorso pokeristico.

Per iniziare gli abbiamo chiesto se una patch da poker pro per una room importante fosse o meno in cima alla lista dei suoi sogni pokeristici, agli esordi della sua carriera.

Del resto, specialmente qualche anno fa, diventare pro era il primo desiderio per chiunque si cimentasse con le due carte. Per chiunque, appunto: non per un numero uno.

“Non vedo questa sponsorizzazione come un riconoscimento particolare, nel senso magari sì perchè vuol dire che mi sono saputo presentare molto bene all’estero- spiega Musta – Essere sponsorizzato da una room grande, in più francese, di sicuro significa che ho fatto molto bene fuori dai confini nazionali. Ma diventare pro non è mai stato il mio sogno… Cioè magari lo poteva essere quando ero più piccolino, ma poi ho sempre avuto l’obiettivo di competere ad alti livelli, di dare tutto, di sovrastare i miei avversari a livello mentale. Mi sono sempre dato i miei riconoscimenti a livello personale”.

Musta ci racconta così la nascita di questa sponsorizzazione con la poker room leader del mercato francese:

“Conosco il manager dei giocatori e conosco tanti giocatori del team pro. La prima volta abbiamo parlato della possibile sponsorship a Las Vegas durante le WSOP, poi ci siamo incontrati un paio di volte a Parigi. Abbiamo parlato del progetto, abbiamo parlato di quello che dobbiamo fare, ho visto come operano, come hanno fatto diventare la room leader in Francia, come i giocatori sono tutti molto affezionati alla poker room – una cosa che non vedevo da tempo e che mi ha stimolato molto, e ho accettato.”

Kanit chiarisce che il “profondo rispetto” che da sempre nutre per la room va ben aldilà della programmazione mtt:

“Rispettavo molto Winamax non per gli mtt in particolare ma per quanto hanno fatto in Francia a 360° per il poker. Ti faccio un esempio: oggi ho giocato un torneo freeroll live con 2500 persone. Hanno affittato una room gigante e tutti i qualificati a giocare e a divertirsi in un clima particolare, che non respiravo davvero da tanto tempo. Quindi più che la loro offerta mtt il mio rispetto nei loro confronti è nato da come si sono comportati negli anni, da come hanno trattato il cliente finale e da come trattano i propri giocatori. Conosco i team pro e ho visto il loro profondo legame con la società”

Kanit però non sa (o non vuole sbilanciarsi) sulla data esatta dell’arrivo di Winamax in Italia:

“So solamente che entreranno, d’altronde hanno fatto decise mosse strategiche in questa direzione, ma non so nulla della esatta data di arrivo di Winamax in Italia nè come faranno il loro esordio”

E quando gli si chiede se avrà voce in capitolo nella programmazione del palinsesto italiano, Musta dribbla la domanda ad arte, come un vero e proprio campione della comunicazione. Essendo lui Team Pro da solo un giorno, evidentemente, numeri uno si diventa non solo ai tavoli verdi:

“I tipi di Winamax sono davvero molto molto bravi in quel che fanno. Credo che appronteranno un palinsesto molto personalizzato, come già è in Francia, con tornei ricci di novità… Ti faccio un esempio: ogni domenica è in programma un torneo da 10 euro di buy-in che solitamente conta tra i 7.000 e i 10.000 iscritti. Al normale payout loro aggiungono delle sorprese simpatiche: settimana scorsa chi vinceva aveva come added il proprio peso in monete da un euro, e il giocatore che ha vinto pesava 115 chili! Quindi con la promozione ha vinto più che di premi. Oppure la settimana prima quello che riusciva ad accumulare più taglie vinceva un viaggio per andare a NY a vedere un incontro MMA… Sono cose particolari che comunque hanno un loro fascino”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari