Wednesday, Dec. 13, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 16 Nov 2017

|

 

“Non ho perso un allin preflop fino all’heads-up!” Tommaso ‘TCsrl’ Carletto e la vittoria all’ ICOOP 6-max Hyperturbo

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“Non ho perso un allin preflop fino all’heads-up!” Tommaso ‘TCsrl’ Carletto e la vittoria all’ ICOOP 6-max Hyperturbo

Area

Vuoi approfondire?

Il vincitore dopo un deal a 5 dell’evento 23 ICOOP, 100€ 6max hyperturbo, si chiama Tommaso Carletto, ha 26 anni e vive a Malcesine in provincia di Verona.

Dopo aver giocato mtt a tempo pieno dal 2011 al 2016, Tommaso dice di aver accantonato un po’ il poker quando ha iniziato il praticantato per diventare commercialista.

“Ho cominciato un po’ come tutti giocando a casa tra amici – spiega – Successivamente un caro amico mi ha fatto conoscere il poker online, in particolare Pokerstars, e mi ha dato i miei primi 3-4 libri da studiare. Così a dicembre del 2010 ho aperto il conto su ps. Ho scalato i livelli abbastanza velocemente (all’epoca il livello era veramente basso) e da metà 2011 fino a inizio 2016 ho giocato a tempo pieno tutti gli mtt sulle principali room italiane. A livello di live ho fatto qualche IPT e qualche side EPT senza grandi risultati. Nel 2016 ho cominciato il praticantato e ho deciso di smettere di giocare seriamente. Adesso gioco praticamente solo ICOOP, SCOOP, TCOOP e Sunday million”.

Da giocatore di lungo corso qual è, i 10.200€ dell’altra sera non rappresentano la vittoria più importante della carriera di Tommaso da un punto di vista monetario.

Ma dice che questo primo posto è quello che più lo ha riempito di gioia anche se nel 2014 aveva già vinto un evento ICOOP, il 39 di quella edizione, un 100€ Pot Limit Holdem che gli fece incassare 5.640€:

“Non è stata la mia vittoria economicamente più importante ma è sicuramente quella che mi ha reso più felice. È il mio secondo titolo ICOOP, sto vivendo un bel periodo della mia vita e questo ha sicuramente contribuito a rendere la vittoria così piacevole. Con tutto che non credo che cambierà nulla nella mia vita: non ho intenzione di tornare a giocare seriamente e non influenza in alcun modo i miei programmi. Ho giocato gli eventi delle ICOOP fino al termine come già programmato..”

Sul bello shippo di questa edizione Carletto riconosce il ruolo giocato dalla fortuna, come del resto è quasi scontato sia in un mtt hyperturbo:

“Sono un amante dei 6 max ma ho oggettivamente runnato irreale per tutto il torneo. Credo di non aver mai perso un all-in pre flop fino al HU. Sinceramente in un torneo del genere non si può mai pensare “questo lo vinco” perché la run la fa da padrona. Puoi passare da essere CL a essere out nel giro di tre mani. Al tavolo finale c’erano un paio di reg ma nessuno era particolarmente aggressivo. È stata più complicata la fase da 40 a 15 left dove ho trovato 2-3 giocatori molto aggressivi, ma come detto prima, la run era dalla mia”.

Con uno sguardo al futuro, il veronese intravede una unica speranza per chi ama i tornei:

“I vari championship di PokerStars sono gli unici eventi del poker online veramente interessanti… In attesa della liquidità condivisa!”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari