Thursday, Jan. 17, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 28 Nov 2017

|

 

Bettelli e il viaggio all’isola di Man per l’IPO by PokerStars: “Sembrava di essere atterrati sulla Luna…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Bettelli e il viaggio all’isola di Man per l’IPO by PokerStars: “Sembrava di essere atterrati sulla Luna…”

Area

Vuoi approfondire?

La voce, questa volta, è ferma e distesa.

A differenza di quanto accaduto con il “neo-partner” lavorativo Marco Trucco, abbiamo contattato Andrea Bettelli nel primo pomeriggio, dandogli modo di esprimersi nel pieno delle proprie facoltà recettive.

“In effetti quella telefonata di prima mattina mi colse un po’ impreparato; ero davvero convinto fosse qualche mio collaboratore burlone. E invece…”

Il numero uno del casinò di Campione (per quel che concerne l’area Poker) ci ha raccontato alcune indiscrezioni sull’incontro che ha portato al sodalizio tra l’IPO e PokerStars:

“Una volta resomi conto di quanto stesse accadendo, ho cercato immediatamente di recuperare lucudità e ho ascoltato con massima attenzione ciò che aveva da dirmi Marco. Nei giorni successivi a quella chiamata c’è stato un serrato giro di telefonate e in quattro e quattr’otto mi sono ritrovato in mano un biglietto aereo per l’Isola di Man.”

Dopo un paio di scali e diverse ore di volo, Andrea giunge a destinazione:

Sembrava di essere atterrati sulla Luna. Paesaggio a dir poco caratteristico, ma non c’è stato nemmeno il tempo di capire dove fossi che ero già al quartier generale PokerStars con Marco ad aspettarmi. C’è stato un incontro al quale hanno partecipato anche David Curtis e Mike Ward. Dopo le presentazioni di rito, io e un mio collega abbiamo mostrato il nostro portfolio, forti dei numeri fatti registrare non solo all’IPO, ma anche ai vari Barracudas e al WSOP Circuit.”

L’attenzione dei ‘boss’ della room della picca si è però incanalata sul torneo che appena un mese fa ha fatto registrare oltre 3.000 entries.

“E’ ovviamente il nostro punto di forza e per ora abbiamo stretto un accordo di partnership legato esclusivamente a quell’evento, ma nessuna delle due parti esclude eventuali collaborazioni extra in futuro. Ora inizieremo e si vedrà. PokerStars non può che essere un valore aggiunto per un prodotto come l’IPO, che manterrà però la sua identità senza essere stravolto. Ci saranno sicuramente delle sorprese, ma non posso ancora anticiparvele…”

L’appuntamento, dunque, è con il 600.000€ garantito in programma dal 3 all’8 gennaio:

“Storicamente il garantito del primo torneo dell’anno è sempre stato quello e non intendiamo cambiarlo. Grazie anche a questa nuova collaborazione la speranza è quella di raggiungere un montepremi ancor più ricco: PokerStars manca da tanto tempo nel contesto live italiano e a mio avviso manca tantissimo anche ai giocatori. Sono certo che il ‘fascino’ della picca, unito alle capacità e competenze dei propri dipendenti, porteranno un boost sia in termini di numeri sia a livello di appeal toutcourt.”

In attesa di scoprire nuove indiscrezioni su questo nuovo binomio, Bettelli ci saluta incuriosendoci…

“Per il momento abbiamo parlato solamente di Campione d’Italia: io ho un contratto con il casinò e ovviamente intendo far crescere ancora di più quella che ritengo la mia seconda casa, ma in futuro valuteremo tutte le alternative…”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari