Wednesday, Jul. 18, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 19 Dic 2017

|

 

“Ho giocato al meglio… Sono tornato!” Gabriele Lepore racconta il 4° posto al Main Event PSC Praga

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“Ho giocato al meglio… Sono tornato!” Gabriele Lepore racconta il 4° posto al Main Event PSC Praga

Area

Vuoi approfondire?

Praga, the day after: 249.000€ non sono affatto brutti, e con tutto che un torneista difficilmente è soddisfatto al 100% se non arriva primo, Gabriele Lepore vede la bottiglia del Tavolo Finale al Main Event PSC decisamente mezza piena.

“Più o meno da subito ho visto la bottiglia piena perchè non ho sofferto tantissimo il fatto di essere uscito – spiega ‘Galb’ – Il risultato è molto buono, all’inizio del torneo avrei firmato per il quarto posto, poi sul momento quando giochi il colpo e lo perdi ovviamente non puoi essere felice. In questo aiuta lo step seguente all’eliminazione, ovvero andare alla cassa 🙂 La ferita comunque più che altro era per un discorso di poter vincere il torneo, per quello mi ha dato un po’ fastidio ma va bene così”

Anche perchè da parte di Lepore c’è la consapevolezza di aver giocato un torneo quasi perfetto, e per un professionista di poker, alla fine, è questo il dato che più conta:

“Credo di aver giocato al meglio delle mie capacità, se dovessi darmi un voto credo di meritarmi tipo un otto e mezzo, qualche giornata ho giocato pure da dieci ma non credo di essere mai sceso sotto l’otto e sono molto soddisfatto di ciò: tenere un alto livello medio di gioco è importante sempre, in questo torneo dove il field diventa sempre più difficile giorno dopo giorno ancor di più. A 30-40 left i fish in gioco si contavano sulle dita di una mano”

A proposito di avversari, al Tavolo Finale ‘Galb’ ne temeva uno in particolare:

“In ogni torneo cerco sempre informazioni sui miei avversari già dal day2-day3, dipende anche dal torneo, comunque cerco di googlare le persone in cerca di info. Al PSC c’erano moltissimi avversari forti ma quello che temevo di più nelle fasi finali era sicuramente Jason Wheeler, il più forte del Tavolo Finale e probabilmente anche il più forte del Day5”

Durante le riprese della diretta streaming si è visto più volte Mustapha Kanit nel rail: Gabriele spiega che più che da un punto di vista prettamente tecnico, avere ‘Potta’ vicino gli è servito soprattutto come sostegno psicologico.

mustapha kanit final table galb main psc praga

Kanit seduto nel rail accanto ai genitori di Galb: “mio padre stava spiegando a Musta le regole!”

 

“Ho parlato con Musta durante il torneo più volte, gli ho chiesto qualche consiglio generale ma nessuna informazione in particolare perchè molto dipende dalle dinamiche che ci sono al tavolo, quindi molto spesso chi ha più info su uno spot è hero, quindi io – spiega – Quello che di solito fa comodo in queste situazioni non sono tanto le discussioni tecniche ma il sostegno da un punto di vista psicologico. Per esempio quando ho perso quella mano con i Re (circa a 30 left in allin preflop a 3 vinto da un giocatore più short con A-6 grazie a un Asso turn, con due giocatori che avevano dichiarato di aver foldato un Asso preflop, ndr) è venuto Gianluca Speranza e mi ha ripetuto più volte ‘non mollare’. Sul momento è stato un grande aiuto”

Proprio per sostenerlo e tifarlo, per il Tavolo Finale sono arrivati a Praga i genitori di Gabriele assieme ad amici e stakati:

“Per festeggiare abbiamo cenato tutti assieme, poi ho fatto un po’ di casino con gli amici, ma niente di eccessivo. Ha vinto la stanchezza… O la vecchiaia!”

C’è da dire che ‘Galb’ non era più abituato agli estenuanti ritmi dei tornei live visto che negli ultimi tempi era mancato dalle scene:

“Era da un bel po’ che cercavo di ricominciare a giocare i tornei ma vari impegni, un po’ di pigrizia e qualche problema di salute mi hanno rallentato. Avevo deciso di giocare un 40-50.000€ di tornei all’inizio dell’estate, poi non ho avuto tempo e il primo appuntamento di questo progetto è stato proprio il PSC Praga”

Alla luce dei 249.000€ incassati Lepore ha dato una ritoccata al budget stanziato per il suo futuro prossimo nel poker live:

“Dopo questo piazzamento credo che giocherò per 60-70k: 3-4 Main Event di Festival importanti più qualche side e High Roller, le WSOP, WPT e PartyPoker Millions e poi qualche torneino low buy-in in Italia”

Prima di salutarci ‘Galb’ vuole mandare qualche ringraziamento:

“Ringrazio i miei genitori, la mia famiglia, gli amici, il gruppo di stakati Sisal e gli hater… Già, perchè finchè ci sono loro a haterare vuol dire che va tutto bene”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari