Tuesday, May. 22, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 8 Mag 2018

|

 

Nicola Angelini e un final day IPO da incubo: “Un unico rimpianto, lì contro Speranza dovevo passare!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Nicola Angelini e un final day IPO da incubo: “Un unico rimpianto, lì contro Speranza dovevo passare!”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Che fosse un giocatore da ‘tutto o niente’ lo sapevamo già.

Per Nicola Angelini non esiste il grigio: o bianco o nero. Sempre e comunque per i massimi. Qualche mese fa vi avevamo raccontato delle sue peripezie online, ieri lo abbiamo seguito al final day dell’IPO, nel quale ripartiva 1/11 e sembrava aver apparecchiato la tavola per arrivare fino in fondo.

Speranza, Miniucchi e Bernardini (senza nulla togliere agli altri componenti del final table) sono ossi duri per tutti, ma ‘NICOANGE91’ sentiva di poter mettere tutti in riga:

“Ho giocato una tre giorni fantastica. Ho hittato tantissimo, vero, ma penso davvero di aver espresso un gran poker. Nel day3 ho martellato senza soluzione di continuità e nonostante diversi showdown avversi sono riuscito a prendere il controllo di ogni tavolo al quale mi sono seduto. A 2 tavoli left credo di essere riuscito anche a mettere in soggezione Spera: era sceso da 13.000.000 a 5.000.000. Lo avevo bluff catchato con successo in un paio di spot e tribettato a ripetizione. Non penso sia stata un’illusione. La differenza, però, si è vista ieri dove sono caduto in uno spot nel quale non avrei mai dovuto chiamare…”

La mano che segna il torneo di Nicola arriva a T240.000. Apertura di Speranza (stack 24.000.000) da Utg a 480.000, tribet di Angelini (stack: 12.000.000) da Hijack con K10 a 1.200.000, call per Simone.

Flop: AK10

Check to check.

Turn: Q

Lead out 1.850.000 Speranza, chiama Nicola.

River: 9

Bet 4.100.000 per Speranza, call/muck per Nicola.

Ecco il replay della mano realizzato con la App ShareMyPair:


“L’intenzione era quella di aggredire Spera sin da inizio final table, essendo l’unico in grado d’insidiarlo in termini di chips… La tribet con K-T è sicuramente un po’ loose, ma essendo ip ero comunque convinto di riuscire a gestirla. Fino al turn direi tutto standard, ma river ho overthinkato anche per colpa dell’history creatasi in questi giorni. A freddo avrei certamente foldato, sia per il valore delle mie chips in quel momento del torneo, sia perché effettivamente non ci sono poi chissà quante combo che batto. Ho pensato e sperato a un A-xs turnato in bluff… Ma mi sono subito reso conto dell’errore commesso.”

Approfondendo la questione, nel pomeriggio abbiamo intercettato alcuni regular per chiedere loro in questo spot e in questo scenario, l’hero call di Nicola può mai avere senso:

Federico Petruzzelli

Partiamo dal presupposto che non 3betto mai nella vita KT in questo spot contro l’apertura del chipleader da UTG… Sta 3bet non mi piace proprio! Ammesso e non concesso la faccia, sicuramente cbetterei al flop. As played foldo river: non vedo bluff nel range di oppo.

Eugenio Sanchioni

Riconosco lo spot! Conosco bene Nicola dato che siamo amici in RL e ci siamo sentiti durante tutto il torneo e poi anche stanotte per commentare proprio questo spot. Conosco anche come gioca Spera data l’infinita history online. Inutile dire che con KTo snapfoldo pre per vari motivi, as played snapfoldo river dato che non ci sono praticamente bluff

Alessandro Pichierri

7 left con il secondo stack in gioco non gioco la mano in questo modo contro il chipleader a iniziare dal preflop, dove credo di foldare. Comunque river è un easy fold su A-K-T-Q-9. Non conoscendo il flow del game e tutto il resto, as played la mano presa singolarmente e’ un fold facile facile.

Salvatore Saracino

Allora preflop credo di non 3bettare quasi mai quella combo vs chipleader reg che flatterà/4betterà una buona percentuale di volte, anche se non è lì l’errore. Postflop si può decidere di splittare il check back con la cbet for value-protection dato che mi aspetto più volte un call che un raise. Il turn è il più brutto della storia quindi as played folderó le volte che or leada e giveupperò su un suo check. Sicuramente as played river foldo abbastanza serenamente.


Non vogliamo certo infierire. Anche perché il romagnolo, dopo questa debacle, ha avuto l’opportunità di tornare secondo in chips shovando con A10 sull’apertura di Speranza che chiamava con A9.

Board: 256 9 8

“Davvero un peccato – conclude Angelini. Eppure, fatta eccezione per questo maledetto spot, non ho davvero nulla da rimproverarmi. In questi ultimi mesi penso di essere cresciuto molto, sia in termini di skill, sia in termini di mindset e sono certo che riavrò prestissimo una nuova opportunità per giocarmi un final table da protagonista!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari