Tuesday, Dec. 11, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Set 2018

|

 

Il guizzo di Simone Miracoli a Rozvadov: “Ora puntiamo il Main del WSOP Circuit!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Il guizzo di Simone Miracoli a Rozvadov: “Ora puntiamo il Main del WSOP Circuit!”

Area

Vuoi approfondire?

In attesa delle World Series Of Poker Europe, in programma a Rozvadov dall’11 ottobre al 2 novembre, il casinò ceco sta ospitando in questi giorni il prestigioso antipasto chiamato Circuit.

14 anelli in palio e tanti eventi di contorno per un Festival che ospiterà davvero tanti player, in un cocktail di semplici appassionati e navigati professionisti. Tra questi, ovviamente, anche diversi grinder italiani che si stanno già esibendo con successo ai tavoli.

Nella serata di ieri, il genovese Simone Miracoli (a destra in foto) si è infatti assicurato un side da 110€ e 141 player per una prima moneta da circa 3.000€. Nulla di straordinario, vero, ma è sicuramente un buon modo per iniziare una lunga trasferta:

“A dirla tutta l’esordio non era stato proprio de migliori visto che nell’evento inaugurale del circuit mi sono giocato il re-entry senza arrivare nemmeno al Day2. Ieri, invece, tutto liscio. Il field è davvero morbido… Direi anche più basso dei low buy-in dei casinò italiani! Alle 03:00 di notte, dopo 7 ore di gioco, ho optato per un deal a 2 visto che oppo, alla seconda mano dell’heads-up, ha raisato per poi tank/foldare Q-9 off  sul mio shove 30x effettivi. A quel punto ho capito che qualche ora di sonno sarebbe stata più importante dei 400€ che si giocavano nel testa a testa”.

Grande amico di Giuliano Bendinelli e Mario Llapi, Simone si è aggregato questa volta ad un’altra selvatica accoppiata:

“Sono qua con Luca e Micky [Sebastiani e Blasi, ndr.] e anche loro giocheranno praticamente tutti gli eventi con in palio l’anello. Qualora andassero male, credo che continuerò comunque di schierarmi a questi daily low buy-in. Loro forse giocheranno anche io cash, io non penso… Gli altri due [Bendi e LLapi, ndr.] arriveranno per le WSOPE…”

Giocare o… giocare! Le alternative che offre Rozvadov, difatti, non sono esattamente le stesse di Las Veagas:

“Il pro di questa location è che c’è tanta action, tanti tornei e puoi giocare h24 contro un field ridicolo. L’altro lato della medaglia – confessa Simone – è che sei disperso nella campagna ceca e non c’è praticamente nulla intorno. Si sta qui. Si gioca, si mangia, si gioca, si dorme e si ricomincia…”

L’obiettivo, a questo punto, è quello di arrivare nelle migliori condizioni al Main da 1.000.000€ garantito e 1.650€ di buy-in del 5 ottobre:

“Lì sì che ci si gioca i soldi! Spero proprio di risentirti tra un paio di settimane… 🙂 “

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari