Monday, Dec. 17, 2018

Poker Online

Scritto da:

|

il 13 Nov 2018

|

 

Gianni ‘pepevone85’ Petroni, lo specialista delle Series: “I risultati arrivano solo se studi!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Gianni ‘pepevone85’ Petroni, lo specialista delle Series: “I risultati arrivano solo se studi!”

Area

Vuoi approfondire?

Quarto posto da 12.533€ nell’evento #32 (100€ Ultradeep, 2.924 entries) e runner-up per 8.432€, questa notte, nell’evento #65 (50€ No Limit Hold’em, 1.867 entries). In altre parole, considerando gli altri eventi a cui ha preso parte, circa 20.000€ di profit in appena 7 giorni.

Stiamo parlando del nick ‘pepevone85‘, dietro al quale si cela Gianni Petroni, nome probabilmente non così noto ai lettori, ma player conosciutissimo nell’ambiente.

Gianni, difatti, è una mosca bianca. Non solo per la disponibilità e la gentilezza d’animo con cui si pone, ma anche e soprattutto per il suo atipico percorso pokeristico: a differenza di tanti colleghi, il pugliese ha intrapreso la via del cash game live circa una decina di anni or sono. Dal 2015 vive a Malta e, pur continuando a girovagare per i casinò del globo, gioca quasi esclusivamente dot com.

Ma per le Series punto it non può non concedere uno strappo alla regola:

“Da diversi anni a questa parte, entro sul punto it solamente in queste occasioni: ICOOP, TCOOP e SCOOP. Abituato a giocare per garantiti importanti, con field imponenti, riesco a trovare motivazioni e la giusta concentrazione solo per questi eventi. E in questo festival le cose non sono andate malissimo…”

Circa 1.000 Games giocati ‘4 fun’ quando il poker non era ancora la sua vita, altri 1.000 in questi ultimi anni. Un numero davvero esiguo se comparato ai battaglieri reg di casa nostra. E il grafico di Petroni lascia davvero increduli!

“In tanti mi chiedono come sia possibile che abbia praticamente saltato lo step del punto it, andando direttamente a giocarmela coi duri. A dire il vero una risposta non ce n’è. Il mio percorso da rounder mi ha portato a fare determinate scelte e oggi.. Eccomi qua!”

Gianni, a sinistra, con l’inseparabile amico Vito Geruzzi

“Essendo il com un po’ più solido come field, sull’IT non ho trovato particolari difficoltà. Il fatto di giocare regolarmente tornei da 1.000 o più persone – prosegue Petroni – mi permette di andare in auto-pilot e attuare una strategia ad hoc per questi eventi. Chiaramente per fare due Final Table di questo genere serve anche un pizzico di fortuna, ma quel grafico da miracolato parla già per me!”

Battute a parte, la vera chiave del successo di Gianni sta senza timore di smentita nel suo impegno quotidiano:

“I risultati arrivano solo se studi tutti i giorni! C’è sempre qualcosa da imparare e si può sempre migliorare. Quando ti metti ogni sera ad analizzare i range da utilizzare in late sul dot com e poi ti ritrovi a giocare sull’IT da un lato potresti essere disorientato, ma dall’altro non puoi che sentirti confident. Solo così possono arrivare certi risultati!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari