Friday, Jan. 18, 2019

Strumenti

Scritto da:

|

il 2 Nov 2010

|

 

Leggere Libri di Poker è Utile?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Leggere Libri di Poker è Utile?

Area

Vuoi approfondire?

Capita spesso, nei forum come nei discorsi di tutti i giorni, di discutere con alcuni player che non si sono mai cimentati nella lettura dei tanti libri di poker oggi disponibili anche in Italia. Capita di scontrarsi con alcuni di loro, convinti dell’assoluta inutilità della loro lettura.

Sono diversi, anche tra i Pro più affermati, a non avere letto molto in ambito strategico, e ciò nonostante essere comunque ai massimi livelli del poker italiano e mondiale. Ma allora è davvero così importante leggere ed approfondire il gioco sui libri?

Da amante della scrittura, da adolescente mi ero cimentato con la biografia completa di un autore che faceva del suo stile di vita “estremo” ed alcolico il senso della vita. Detta così è fin troppo semplice, in realtà dietro alle poesie ed i romanzi di Charles Bukowski c’era tanto altro, ma da buon giovane scapestrato e con tanta voglia di emulare le gesta dei miei “eroi” letterari, mi dedicai in pieno a seguirne le orme, purtroppo anche nel “life style”.

In questo modo, pensavo, posso coglierne appieno il senso delle parole. Posso calarmi a tal punto nel personaggio da poter comprendere i suoi pensieri e, forse, emularne le gesta poetico letterarie.  Inutile dire che invece, questa emulazione portò tanti mal di testa, infinite nausee e soltanto rarissimi momenti di vera estasi artistica.

Ma ciò nonostante quelle letture sono diventate oggi, parte integrante di un back ground che non avrei mai potuto avere se non avessi letto tutte le sue opere. Invece di emularle, però, le ho fatte mie, le ho “adattate” alla mia persona, ne ho forse compreso il reale significato allegorico e profondo, e sono diventate un bagaglio di esperienza per nuove letture e nuovi scritti.

In egual misura, quando apriamo un qualsiasi libro dedicato al poker, difficilmente troveremo folgorazioni divine, o risposte definitive ai nostri dubbi. E quando mai le troveremo e ci butteremo a capofitto nel seguirle alla lettera, con ogni probabilità otteremo davvero pochi successi da quel modo di giocare.

Quindi non servono davvero a nulla? Assolutamente No. I Libri di Poker sono utili, anzi utilissimi. Dobbiamo solo comprendere che non sono una “Bibbia” da seguire senza pensare, ma un testo da fare proprio, teorie da apprendere e interiorizzare, pratiche da analizzare rispetto al nostro gioco e quello del livello in cui stiamo giocando. Insomma sono una mare utile di informazioni che possono aiutarci al massimo a migliorare il nostro gioco, a confrontarlo, a fugare alcuni dubbi matematici o teorici.

Tutti i libri scritti fino ad ora, di poker come di ogni altra cosa, contengono miriadi di esperienze già vissute, di informazioni utili, di errori fatti e risolti, di pensieri e domande fatte e del tentativo di rispondervi. Per quale ragione dovremmo a priori rinunciare a tutto questo sapere?   Non è detto che ogni libro che leggiamo ci porterà ad essere un ottimo giocatore, ma è certo che ogni libro ci aiuterà ad essere un giocatore migliore.

E per coloro che invece si ostinano a non leggere, convinti che ci sia da imparare solo nel mondo della pratica, cito le parole di un vecchio saggio cinese : “Ammettere la propria ignoranza, è saggio. Vantarsene, è stupido”.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari