Wednesday, Dec. 13, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Lug 2012

|

 

Dario Minieri: tra le WSOP e Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dario Minieri: tra le WSOP e Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Bui 250-500, un ragazzino in felpa grigia con faccia da bimbo, toppa con la picca e capelli arruffati ad arte sulla fronte, apre per la quinta volta consecutiva, 1.200. Un altro ragazzo, cappellino girato all’indietro e occhiali da sole, si è stufato e fa 2.800. Il resto del tavolo capisce che non è aria, e allora la parola tocca al giovanotto con la felpa grigia, che si è anche lasciato crescere qualche giorno di barba per non sembrare proprio un ventenne, che altrimenti qui a Las Vegas ti chiedono il documento per far qualsiasi cosa.

Reraise, 7.200. Call. Flop A 5 7, con due picche. Il bimbo con barbina mette 3.700, call. Turn 10 picche. Arriva la bordata del bambino prodigio, 15.000. Cappellino rovesciato si arrende e passa. Benvenuti al Main Event delle World Series of Poker: benvenuti a “Braveland” come il bimbo prodigio chiamava la sua terra natia su Stars.com. La terra di Dario Minieri, il ragazzo con faccia da bambino.

Dario, quando sei arrivato a Las Vegas?

“Da un po’, 2 luglio”.

Ma sei venuto giocare alle World Series?

“No. Questo per me è il primo torneo Wsop”.

Quasi dieci giorni a Las Vegas senza poker?

“Ho giocato delle partite cash”.

Possiamo chiederti come è andata?

“Dai, bene. Scusa, ma sto a rosica’ per qualche piatto che ho perso in questo livello”.

Come mai hai trascurato le World Series quest’anno?

“Per una serie di motivi assieme. Innanzitutto per il discorso tasse. Non mi va tantissimo di investire su una serie di tornei sapendo che poi dietro rischia di esserci grossa incertezza. Poi perché da un certo periodo “runno” malissimo nei tornei. E poi per qualche altro motivo. Ad ogni modo ho fatto del cash, e ora sono qui al Main. E ora voglio proprio finire il capitolo che ho iniziato

(e si siede solo soletto in un angolo della enorme Pavillion Room con un libro scuro, un Minieri molto diverso da quello che vedevamo fino a un paio d’anni fa alle Wsop girare per 40 giorni tra tornei e serate folli con il gruppo dei player italiani, ndr)

Posso chiederti cosa leggi?

“Certo, è un libro della serie delle “Cronache del ghiaccio e del fuoco” di George Martin. Questo è l’undicesimo, il penultimo della serie. L’autore è molto anziano e spero davvero faccia a tempo a scrivere l’ultimo, il dodicesimo”.

E’ una serie fantasy immagino dal titolo…E poi tu hai sempre giocato a Magic…

“Sì, è un romanzo fantasy. Ma non ne ho mai letti moltissimi. Però questo è davvero super”.

Leggevi durante il famoso Main del 2007 in cui dominasti il torneo per giorni?

“No, ma avevo appena finito il Manuale del Guerriero della luce”.

Leggi, Dario leggi. Che come dice Coelho il guerriero della luce crede, e poiché crede nei miracoli, questi cominciano ad accadere”.

Sisal Poker ti offre fino a 1.000 € di bonus benvenuto, più 10 € in regalo al primo deposito.

Non farti scappare questi 1.010 € di bonus: scopri come ottenerli!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari