Saturday, Nov. 1, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 13 lug 2012

|

con 7 Like

James Barnes: “L’affare tra PokerStars e Full Tilt Poker? E’ tutto un bluff!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

James Barnes: “L’affare tra PokerStars e Full Tilt Poker? E’ tutto un bluff!”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Si agitano nuovamente le acque che riguardano l’affare tra Full Tilt Poker e Pokerstars.

Su Twitter è intervenuto direttamente James Barnes, consigliere legale di Party Gaming, che, all’interno del panorama pokeristico mondiale è  ritenuto una fonte molto attendibile: “PokerStars abbandonerà l’affare legato a Full Tilt Poker.

E’ stato solo un bluff per allontanare Tapie dall’acquisto e prevenire così il ritorno di FTP sul mercato.”

Una volta esplosa la bomba, Barnes rincara la dose: “Il Dipartimento di Giustizia americano ha respinto la proposta avanzata da Isai Scheinberg per trovare un accordo per quanto riguarda il processo civile. Lui teme molto la galera e per questo PokerStars è andata all-in. Cosa farà adesso il DoJ? Purtroppo non posso riferire le mie fonti o descrivere dettagliatamente la vicenda, ma seguo i fatti da vicino.”

Alcuni rumors sembrano dare ragione allo stesso James Barnes: infatti la recente difese attuata da PokerStars, per alcuni, sembra una mossa per prendere le distanze da Full Tilt Poker e abbandonare la trattativa.

Ma Eric Hollreiser, head of corporate communications di Pokerstars, non ci sta ed è dovuto intervenire pesantemente sulla questione per gettare acqua sul fuoco e per non dare adito ad ulteriori speculazioni: “Tutti i rumors che girano su Twitter riguardo il fatto che PokerStars stia per abbandonare l’affare Full Tilt Poker sono falsi.”

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari