Saturday, Dec. 20, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 27 lug 2012

|

con 6 Like

Black Friday: 3 anni di reclusione per Ira Rubin

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Black Friday: 3 anni di reclusione per Ira Rubin

Area

Vuoi approfondire?

Dopo più di un anno dal Black Friday e dal conseguente scandalo che ha portato al collasso di Full Tilt Poker, iniziano a “cadere le prime teste”.

Il mese scorso vi raccontavamo del banchiere John Campos, che se l’è cavata con soli tre mesi di reclusione.

Ma Ira Rubin, un altro dei banchieri che operavano dietro le quinte per favorire i traffici finanziari delle poker room americane, non ha avuto la stessa fortuna. In primo luogo, infatti, Rubin era uno degli “uomini chiave” di tutti gli scambi economici, e il suo ruolo nelle operazioni illecite era molto più importante di quello di Campos. Il giudice gli ha riservato parole molto dure, chiamandolo “un recidivo e impunito truffatore” e aggiungendo che “una sentenza significativa ed esemplare è necessaria per proteggere la comunità”.

Ci sono poi le aggravanti, che nel caso di Rubin sono molteplici: basti pensare che nove mesi fa è stato arrestato… in Guatemala, mentre cercava di prendere un aereo per la Tailandia!

Sommando tutte le accuse e sottraendo il tempo già passato in carcere nei mesi precedenti alla sentenza, in conclusione Ira Rubin dovrà scontare 31 mesi di carcere prima di poter uscire, sempre se manterrà una buona condotta in prigione.

I poker media statunitensi accolgono calorosamente questa condanna: molti però non si accontentano, e vorrebbero vedere ben presto in tribunale gente come Ray Bitar, Howard Lederer e Chris “Jesus” Ferguson, i personaggi al momento più odiati dalla community pokeristica internazionale. Staremo a vedere!

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari