Storie

Scritto da:

|

il 8 ago 2012

|

con 22 Like

Xuan Liu, la futura regina del Poker?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Xuan Liu, la futura regina del Poker?

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

C’è anche un pizzico di Italia nel destino di Xuan Liu. La player Canadese di Toronto (ma nata a Tianjin in Cina 26 anni fa), vede infatti la sua “nascita” pokeristica proprio qua da noi, a Sanremo.  La prima volta che la vidi durante un IPT in terra ligure, ho avuto occasione di apprezzarne sia il suo sorriso, sia i suoi modi di fare sempre molto gentili.  Ma oltre ad essere molto carina, era ai tavoli che sembrava decisamente a suo agio. Xuan infatti non era certo la classica giocatrice alle prime armi, avendo già diverse esperienze alle spalle sia i tavoli cash americani (dove peraltro aveva già piazzato una bandierina WSOP) sia in quelli decisamente più “gambler” di Macao (dove comunque si era molto ben comportata con bandierine in diversi tornei).

Nel 2010 quindi arriva anche la sua prima vittoria, nel side event da 1.100€ dell’IPT di Sanremo, dove affronta in HU il nostro Claudio “ClaPagano” Pagano che concede la vittoria alla bella canadese in cerca più che altro di una buona visibilità.

“Ho deciso di prendermi questo anno per girare l’Europa e giocare tanti tornei, voglio migliorare il mio gioco e provare a vivere al massimo questa esperienza”. Disse allora subito dopo la vittoria.

E così eccola girovagare per il mondo insieme ai top player della categoria. Soltanto tre mesi dopo si presenta all’EPT sempre giocato tra le palme della liguria, insieme ad un gruppo di ragazzi che come lei stavano crescendo verso i piani alti del Poker Professionistico (i vari Marvin Rettenmaier, Dominik Nitsche ed altri ragazzi terribili che potevano vantare ormai bankroll a sei zeri).

A Sanremo l’anno prima avevamo visto trionfare Liv Boeree, e quando la vediamo giocare un grandissimo poker al tavolo finale, pensiamo che potrebbe essere una buona occasione per un Bis storico. Finirà poi al terzo posto Xuan, contenta come suo solito di aver fatto un’ottima prestazione.  Il suo anno sabbatico può così tranquillamente allungarsi, ed il suo volto è presente praticamente in tutti i tornei più importanti da quel momento in poi (la vediamo anche a premio nel Grand Final EPT di quell’anno intervistata proprio per IPC da Rudy Gaddo).

L’aria di mare deve fare bene a Xuan e la sua consacrazione avviene proprio ad inizio del 2012, quando piazza un altro final table importantissimo al al PCA di Stars, chiudendo in 4° posizione e aggiudicandosi un premio da nel 600.000$.  Ora anche lei entra a far parte del gruppo dei “milionari” del poker con oltre 1.2 Milioni di Dollari vinti nei soli tornei live.

C’è spazio anche per un final table alle WSOP 2012, peraltro in una specialità come il Seven Card Stud Hi/Lo, dimostrando che la sua crescita è a 360° anche per quanto riguarda le varianti del poker.

Ed ora cosa ci aspetta per la bella Liu?

“Adesso sto cercando una nuova casa a Toronto, anche se nello scorso anno sono rimasta qua soltanto tre mesi. Avrei davvero intenzione di fermarmi più spesso, soprattutto visto che ci sono molte tappe live canadesi e Full Tilt che spero possa tornare online al più  presto. Le WSOP sono state un periodo molto stressante per me e ci sono tante cose che vorrei affrontare in modo diverso il prossimo anno”.

Continua Xuan, raccontando anche qualche difficoltà nell’affrontare questo ambiente.

“Era il mio secondo anno alle WSOP e ho davvero cercato di concentrarmi solo sul poker. Ma non c’è via di uscita per le pressioni che questo mondo porta e si rischia di perdere parte della propria personalità. Io cerco di essere sempre fedele ai miei valori, ma con il riconoscimento arrivano anche un’interessante serie di responsabilità che non sono sempre naturali per me. Mi sono sentita male perchè ho messo un sacco di pressione anche nelle mie relazioni interpersonali. Quando mio padre e la mia matrigna sono venuti a trovarmi a Las Vegas, sono stata felice ed orgogliosa di poter fargli finalmente vedere il mio stile di vita”.

Una battuta anche sulle sue colleghe e amiche del poker. Con la solita sincerità che la contraddistingue.

“Sono state delle grandi WSOP per le ragazze, compresa la grande vittoria di Vanessa (Selbst ndr). Sono molto felice per loro, ma penso sia naturale ammettere anche un pizzico di gelosia. Non è una cosa dannosa, si tratta solo della mia spinta ad essere sempre competitiva e che mi fa sentire il bisogno di lavorare ancora di più e alzare l’asticella verso l’alto”.

Voleva fermarsi un attimo Xuan, ma a giudicare da queste parole, direi che la pausa non sarà molto lunga.

“Il mio programma prevede subito l’EPT di Barcellona, dove sono anche particolarmente onorata di essere stata selezionata come membro del “EPT Players Council” che si terrà proprio in questa occasione. Poi Barcellona è stata anche la mia prima tappa EPT nel mio primo viaggio in Europa nel 2010. E ‘una città bellissima e non vedo l’ora di rimanere vicino alla spiaggia all’Hotel Arts!”.

Tanti quindi i motivi per continuare a seguire questa bella e brava giocatrice, perchè vista la sua determinazione siamo abbastanza certi che nel prossimo futuro, potrebbe essere proprio lei, Xuan Liu, la nuova regina del Poker mondiale.

(Commenti di Xuan Liu estratti dal suo blog su CardPlayer.com)

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari