Storie

Scritto da:

|

il 22 set 2012

|

con 400 Like

Aiuto! Il server è truccato! No, tranquillo, sei solo scarso

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Aiuto! Il server è truccato! No, tranquillo, sei solo scarso

Area

Vuoi approfondire?

Il server… quanti di voi, almeno una volta, in preda a raptus pokeristico da bad beat non ha imprecato contro di lui, reo, sempre secondo i cattivi pensieri del momento, di aver cospirato contro di voi e in favore degli avversari secondo non si sa bene quali principi?

Chi è senza peccato, scagli la prima pietra. Secondo i miei calcoli nessuno dovrebbe lanciare. Il server è infatti il bersaglio preferito delle idee complottistiche degli italiani che vogliono vedere del marcio in tutto, anche dove non c’è motivo.

C’è chi sostiene di conoscere il server e di riuscire a prevedere le carte che usciranno sul board. Chi dice di aver trovato il rimedio infallibile per fare la pace. Chi pensa che dopo un cashout si offenda e quindi versano ogni giorno qualcosa — tipo un sacrifici alle divinità.

C’è chi pensa che i tornei debbano finire in fretta, chi ha un campione statistico attendibile di 20 mani che ricorda a memoria in cui gli hanno scoppiato gli assi. Qualcuno gli ricorda che almeno nelle ultime cinque gli assi sono esplosi dopo che li ha limpati pre-flop e qualcun altro dice che tanto se rilanci arriva quello che ti scoppia lo stesso.

Perché è tutto truccato, vince quello con lo stack più grosso, vincono sempre gli stessi. I pro vincono perché vedono le carte, i fish vincono perché così versano di nuovo. Nessuno perde perché è scarso e tutti, dico tutti, hanno pensato almeno una volta di essere stati puniti dal server per un non meglio precisato peccato.

Se non fosse un computer sarei preoccupato per lui. Però un computer lo è davvero e i casi di truffa sulle poker room online sono stati sinora così sporadici che, davvero, ha ben poco senso pensare che i software delle case da gioco più importanti possano essere sbilanciati e non casuali. Nessuno ha voglia di giocarsi la credibilità per pochi spiccioli e, credetemi, un qualsiasi cashout è niente se paragonato ai capitali di queste enormi società.

A queste semplici argomentazioni dettate più che altro dal buon senso potete aggiungere le prove ben più matematico/statistiche di WatchDog, un sito web che si incarica di raccogliere campioni molto vasti di mani vedendo quanto, sul lungo periodo, le percentuali di vincita/perdita vengano rispettate. Risultato: tutte le poker room risultano essere pienamente in regola dopo migliaia e migliaia di mani.

Quindi siate sereni. Se volete continuare a giocare a poker e sinora avete sempre perso soldi, non date la colpa al server o alla sorte avversa. Prendere in mano un buon libro, aprite i forum specializzati, giocate rispettando le regole di gestione del bankroll e vedrete che i risultati arriveranno.

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari