Thursday, Jul. 31, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 27 ago 2012

|

con 21 Like

Viktor “isildur1″ Blom – La nascita di una leggenda, parola di Phil Galfond

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Viktor “isildur1″ Blom – La nascita di una leggenda, parola di Phil Galfond

Area

Vuoi approfondire?

Phil ‘Mrsweets28′ Galfond è certamente uno dei giocatori High Stakes più forti in circolazione, non è un caso quindi se ai tavoli si trova spesso a scontrarsi con un altro dei Big del livello. Anzi forse il “big” per eccellenza visto che Viktor ‘Isildur1′ Blom è il giocatore che più di ogni altro sa fa muovere (in entrata e in uscita) denaro online. E lo stesso Phil non è nuovo a complimenti nei confronti del rivale, così come era successo già ad inizio anno (quando Viktor vince l’High Roller al PCA) quando disse palesemente che “era il più duro contro il quale avesse mai giocato”.  Posto poi lo sfidarlo ai tavoli non appena tornati a casa.

Ma è sulle pagine del suo Blog che proprio oggi riscopriamo un venerazione ancora più profonda di Phil verso il player svedese. Il lungo post è infatti una vera e propria “ode” per Isildur, non a caso il titolo suona come un tributo. “Viktor Bloom – l’uomo, il mito, la leggenda“.  Un’occasione unica per ripercorrere la storia di questo giovane, ma già leggendario, player che ha letteralmente scosso il mondo del poker online. 

Isildur – Il Mito

Questo è uno dei pochi casi in cui bisogna effettivamente parlare prima del mito, che dell’uomo.  Nessuno infatti sapeva chi fosse quel “Isildur1″ che iniziando con un deposito relativamente piccolo su Full Tilt, finì in poco tempo per accumulare qualcosa come 6 Milioni di Dollari, parte del quale ottenuto niente meno che contro Tom “Durrr” Dwan ai tavoli di HU No Limit.

Isildur ha creata azione come non si era mai vista ai tavoli High Stake di Full Tilt, in infinite sessioni contro i migliori giocatori al mondo come appunto Dwan, Ivey, Antonius, creando dei veri e propri seguaci che passavano il tempo a seguire le sfide e le azioni incredibili ai tavoli (me compreso). Purtroppo però la favola ha subito un brusco stop con il passaggio di Isildur ai tavoli del PLO (che per sua stessa ammissione nemmeno conosceva all’inizio), soprattutto quando dopo l’ennessimo swing di bankroll, Brian Hastings riuscì ad alleggerire il conto di isildur di ben 4 Milioni di Dollari (anche se su questa vicenda si è poi tanto parlato in seguito alla scoperta che Brian e Townsend avessero collaborato insieme scambiandosi mani, informazioni e alternandosi ai tavoli proprio contro Isildur).

Ma un mito non si abbatte così facilmente, ed infatti ecco che Isildur ritorna a macinare gioco e azione come nessun altro, e come nessun altro alterna sessioni incredibilmente vincenti alternate a bagni di sangue dove lascia gran parte dei propri averi. Ne sa qualcosa proprio Phil Galfond, che dopo una lunga giornata di battaglie riesce a fare la sua più remunerativa sessione al cash PLO  proprio contro Isildur1, portando a casa qualcosa come 1,6 milioni di Dollari.

Il mito ormai è nato, e finalmente ha anche un volto ed un nome quando alla fine del 2010 PokerStars lo inserisce nel suo Team Pro ed ecco che dalle fiamme di “Isildur1″ nasce un biondissimo svedese dalla faccia fresca che potevamo infine chiamare con il suo vero nome, Viktor Blom.

Phil Galfond

Isildur – L’uomo

E’ su questo aspetto che Phil Galfond spende le parole migliori su Viktor. E lo fa con una descrizione dello stesso da cui traspare non solo una sincera amicizia, ma anche un profondo rispetto.

“La prima volta che ho visto Viktor, ha mandato per sempre in frantumi l’immagine che mi ero creato di Isildur. Mi aspettavo un personaggio intimidatorio, aggressivo, con sguardi spaventosi (così come sembrava ai tavoli online) ed invece emana felicità e bontà fin dal primo incontro. E’ uno di quei ragazzi che appare subito come genuino e veramente piacevole con un atteggiamento sempre pronto al sorriso. Sembra proprio che passi la sua vita nel pieno spirito del divertimento”.

L’analisi di Phil ci fa conoscere poi alcuni aspetti di Blom che forse non tutti conoscono. Lo stesso Phil è rimasto piuttosto sorpreso quando ha saputo che Viktor non utilizza nessun tipo si software e di HUD nelle sue partite online. Nè ha mai visto alcun tipo di video di formazione o mai letto alcun libro sul poker. Praticamente non ha usato nessuna delle risorse che tutti i grandi professionisti di poker utilizzano se non la pratica direttamente sui tavoli da gioco. Da cui il suo punto di forza maggiore. Anzi due. L’amore sviscerato per il gioco ai massimi livelli, e il fatto di non aver troppo timore nel perdere soldi. Come dice lui spesso, in fondo… “Sono solo soldi…“.

Deve essere per questo che, continua Phil, il motivo per cui lo vedi iscriversi a un 50.000$ di 8-Game alle WSOP che comprendeva sei partite in cui non aveva idea del gioco. Eppure lui era lì, così entusiasta di potersi giocare un grande evento e competere con altri campioni per imparare il gioco al tavolo con loro. Era come pensare a un bambino in un negozio di giocattoli o caramelle. Al punto che lo stesso Phil si dichiara particolarmente “geloso” del divertimento che ha Viktor nello giocare a poker (cosa non molto comune tra i professionisti di lungo termine).

 

Viktor “Isildur1″ Blom

Isildur – La Leggenda

Quale sarà quindi il futuro per Viktor Blom nel poker? Un giocatore con il suo talento, il suo coraggio, il puro divertimento nel giocare, lo porteranno a diventare una vera leggenda della nostra epoca?

Per Phil Galfond decisamente si. L’unico scoglio potrebbe essere la sua stessa natura. Se si impegna nello studio di un gioco Viktor potrebbe essere il migliore in ogni disciplina. Ma avrà voglia di studiare profondamente le varianti su cui ancora non ha così tanto margine (tipo il PLO 6-max, omaha hi/lo, 2-7 Triple Draw, ovvero tutti quei giochi dove ultimamente sta perdendo parecchio avendo iniziato da poco e subito scontrandosi ai tavoli con i migliori al mondo)? Riuscirà a gestire meglio il suo bankroll ed evitare di metterlo totalmente a rischio in ogni sessione?  Probabilmente si, ma per fare tutto questo, riuscirà ancora a divertirsi così tanto giocando a poker?

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari