Storie

Scritto da:

|

il 12 set 2012

|

con 6 Like

Howard Lederer: con i soldi di FTP ha comprato case e auto di lusso, parola del DoJ!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Howard Lederer: con i soldi di FTP ha comprato case e auto di lusso, parola del DoJ!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Continuano ad emergere nuovi dettagli sull’affaire Full Tilt Poker: il Dipartimento di Giustizia americano, col passar del tempo, sta ricostruendo il puzzle ormai rotto dopo il black friday.

Sembra che il DoJ abbia scoperto un elenco dettagliato di tutti i movimenti fraudolenti eseguiti da Raymond Bitar e Howard Lederer: per il momento, degli altri due fondatori di FTP, Chris “Jesus” Ferguson e Rafael “Rafe” Furst, non sono stati resi noti i loro elenchi.

Tra i quattro, Lederer sembra essere quello più coinvolto: gli investigatori americani hanno scoperto un conto bancario con il nome “HH Lederer Consulting LLC” che tra il 2006 e il 2011 ha ricevuto più di 44 milioni di dollari da alcune società legate direttamente a Full Tilt Poker come per esempio la Pocket Kings Ltd.

Lederer, nel 2005, ha comprato un terreno per un valore di 674.000 dollari: qualche anno dopo ha costruito una casa lussuosa per un valore complessivo di 10 milioni di dollari. Inoltre molte altre proprietà e auto di lusso (una Maserati Gran Turismo del 2008 e una Shelby 1965) sono state prese di mira dal DoJ, nonostante alcune siano risultate cointestate con la moglie Susan.

Non molto differente è l’elenco contestato a Bitar: case e beni per un ammontare di circa 3,5 milioni di dollari.

Il Dipartimento di Giustizia chiede un’ ammenda di almeno 42,5 milioni dollari contro Lederer, di almeno 42 milioni dollari contro Ferguson e 40,8 milioni dollari contro Bitar. Mentre per Furst, proprietario di un minor numero di azioni, la richiesta è di “solo” 11,7 milioni dollari.

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari