Thursday, Oct. 30, 2014

Storie

Scritto da:

|

il 18 set 2012

|

con 8 Like

Back to Back: qualcuno ce la fa!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Back to Back: qualcuno ce la fa!

Area

Argomenti correlati

Back to back” è quell’espressione letterale che viene usata quando un giocatore vince, consecutivamente, due o più tornei (MTT). Come potete ben immaginare, è un risultato molto complesso da ottenere; la varianza gioca un ruolo fondamentale in questa vicenda.

Oggi, vi proponiamo quelli che sono i “bis” più memorabili della storia del poker mondiale. Chiaramente stiamo parlando di quelli fatti nei più grossi tornei del mondo, dove i prizepool toccano cifre da far rabbrividire la maggior parte delle persone del mondo.

Iniziamo il nostro giro nel tempo dalla doppietta degli anni 1980-81, al Main Event delle WSOP. Stiamo parlando di un giocatore che, spesso e volentieri, viene definito come una leggenda: Stu Ungar.
Riuscì a portare a casa il primo premio in entrambi gli anni; nel 1982 tornò alla rivalsa ma, per problemi legati alla droga, non poté concludere il torneo. Durante quel torneo accumulò una quantità tale di chips da permettergli di arrivare da solo al final table, tavolo che purtroppo non riuscì a giocare.

Facciamo un piccolo salto indietro e dirigiamoci verso gli anni 1976-77, dove ci fu un altro back to back alle WSOP. In questo caso, fu Doyle “Texas Dolly” Brunson (minacciato qualche mese fa) a compiere l’impresa.

Il più ricordato è probabilmente appartenente a  Johnny Chan. L’heads up finale, con Erik Seidel (giocatore momentaneamente in vetta alla classifica dei giocatori più vincenti di sempre), è stato utilizzato come scena nel famosissimo film “The rounders” (che a breve avrà un sequel).

Negli ultimi anni questo spettacolare risultato è stato raggiunto da giocatori appartenenti alle “nuove generazioni”. Quei ragazzi che provengono molto spesso dall’online e che hanno alle spalle una quantità d’esperienza tale, data dalle migliaia di mani giocate online, da impressionare i membri della “old school”. Passiamo da personaggi come Vanessa Selbst (NAPT Mohegan Sun), seguita immediatamente da Jason Mercier (che ha dichiarato di non usare HUD nelle sue sessioni di poker) in un altro torneo dello stesso circuito.

Arriviamo dunque a Marvin Rettenmaier che, al WPT di Cipro (9 agosto 2012), si aggiudica il primo back to back della storia del WPT. Questa è l’ultima vittoria consecutiva di un giocatore di poker in un torneo importante.

Come vediamo, sono tutti grandi nomi del panorama del poker mondiale; sono persone che hanno fatto (e continuano a fare) la storia del poker. Chi sarà il primo italiano a centrare un risultato del genere in un mtt di rilievo?



ps-ipad

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari