Storie

Scritto da:

|

il 24 set 2012

|

con 4 Like

ISPT – Infondate le voci di annullamento e di soglia minima di giocatori

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

ISPT – Infondate le voci di annullamento e di soglia minima di giocatori

Area

ISPT, ovvero International Stadiums Poker Tour. Credo non ci sia mai stato progetto più discusso nel panorama internazionale. E questo nonostante i copiosi investimenti che stanno continuando ad arrivare, culminati dal reclutamento di una serie di “ambasciatori” immagine di livello assoluto quali possono essere nomi come Patrik Antonius,  Michael Mizrachi, Sam Trickett e Liz Lieu.

Ma ciò nonostante le ombre si allungano su questo torneo metà live e metà online che dovrebbe avere il suo fantastico epilogo allo Stadio  Wembley in un mega evento live che (in teoria) potrebbe portare fino a 30.000 player (in totale) a sfidarsi per un montepremi altissimo. Già il montepremi. Prima incognita di questo ISPT.

Come tutti ormai sapete all’inizio venne pubblicizzato come un torneo da 30 Milioni di Euro, poi le pretese si abbassarono a 20 Milioni di garantito ed ora (soprattutto dopo le vicende del Partouche) sembrerebbe sparita anche la dicitura garantito sostituita da un più rassicurante (per gli organizzatori) “Expected” (ovvero potrebbe essere questo, ma anche molto molto meno).

E visto che abbiamo nominato “Partouche“, non è solo il fatto di aver tolto il garantito che accomuna i due eventi. Non solo Patrik Partouche (patron dell’omonimo torneo che, con il forse d’obbligo, quest’anno dovrebbe aver chiuso i battenti) è certamente in affari nel progetto ISPT, ma anche il Co-fondatore ISPT, Prosper Masquellier è membro della stessa famiglia Partouche. Se aggiungiamo che il Gruppo Bernard Tapie (salito agli onori della cronaca più per il fallimento calcistico del Marsiglia o per il tentativo, andato a vuoto, di rilevare Full Tilt che non per grandi successi di buisness) è l’altro principale fautore del progetto, ecco che questa ombra diventa sempre più inquietante.

E’ così  che alcune dichiarazioni di Georges Djen, Marketing Manager dell’International Stadiums Poker Tour, rilasciate nei giorni scorsi ad un giornalista tedesco hanno subito fatto pensare anche ad un possibile Annullamento del torneo nel caso non si fosse raggiunta la cifra di almeno 15.000 partecipanti.

In realtà, queste dichiarazioni sono state Subito smentite dal portavoce dell’ISPT,  in virtù un probabile errore di comprensione. A quanto pare infatti la domanda verteva su quanti player dovessero partecipare per rendere l’evento “finanziariamente interessante” e la risposta di Djen (che viene definita con un aggettivo di Nicholsoniana memoria “Cristallina”) risulta invece essere che tra i 15.000 e i 17.000 player era appunto già “finanziariamente interessante” senza mai menzionare la possibilità di un eventuale annullamento.

Resta il fatto che, malgrado l’ipotetica data dell’evento sia già stata fissata dal 31 Maggio al 6 Giugno prossimi, che i primi pacchetti siano (sempre in teoria) già stati assegnati in alcuni satelliti svolti proprio (stranamente) all’ultimo Partouche e che anche la room online di Poker770 (partner dell’ISPT) ha recentemente annunciato il suo programma di satelliti per l’evento, tutto rimane ancora avvolto da una certa dose di precarietà e non ci sarebbe poi tanto da stupirsi se anche in futuro qualcosa dovesse cambiare.

Sperando che anche questa volta, non sia in peggio.

 

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

TI PIACE IL POKER?
Clicca su Mi Piace e diventa fan della più grande community italiana!

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari