Thursday, Jul. 31, 2014

Poker Online

Scritto da:

|

il 28 set 2012

|

con 11 Like

Ongame Network svenduta per 5 Milioni di Euro?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Ongame Network svenduta per 5 Milioni di Euro?

Area

Vuoi approfondire?

Il poker è un mercato in continua evoluzione, lo sappiamo bene. Così come è evidente che in questo periodo non gode di un momento particolarmente positivo. Ma le dinamiche che accompagnano il mercato del poker sono sempre in costante movimento, soprattutto per la “telenovela” di OnGame che a quanto pare sta finalmente per trovare un epilogo.

Come tutti sapete, Ongame è uno dei network più importanti (il quinto a livello internazionale) e in Italia grazie anche a GD poker è stato il primo ad affacciarsi sul nuovo mercato regolamentato.  Da diverso tempo però sono in molti ad aver fatto offerte di acquisto, e la volontà di BWin.Party di liberarsi del circuito era apparsa evidente già da metà 2011.

Già dal Marzo scorso, la Shuffle Maestro Inc. (un operatore mondiale di grande spessore) aveva fatto un’offerta ufficiale di quasi 30 Milioni di Euro (19.5 subito e altri 10 dilazionati al momento della riapertura del mercato americano).  I punti a favore di Ongame al momento erano tanti, la rete era al quinto posto (fonte Pokerscout) per il poker internazionale e sesto al mondo. Aveva un software attraente con piattaforme desktop per Windows e Mac, nonchè applicazioni per cellulari su iOS di Apple e Android. Oltre naturalmente a licenze per operare nei mercati di Francia, Italia e Danimarca.

E questo malgrado da tempo si sapesse che invece, il traffico avrebbe subito un drastico calo con il passaggio (che ancora deve avvenire…) dei giocatori di Bwin (e GD quindi) sul circuito di Party Poker.

L’acquisto con Shuffle Maestro è poi naufragato in un nulla di fatto (colpa anche di un peggioramento del mercato Europeo e della continua incertezza in quello USA), così come la possibile proposta di un altro acquirente molto interessato come Zynga che aveva espresso l’intenzione di entrare nel mercato del poker a soldi veri.

La notizia di oggi (uscita su Pokerfuse) è che finalmente potrebbe arrivare questa tanto attesa cessione di Ongame, anche se la proposta di Amaya Gaming Group Inc. è decisamente inferiore alle precedenti e dovrebbe attestarsi non oltre i 5 Milioni di Euro.  La Amaya dal suo, nonostante un calo di oltre 10 Milioni di dollari di fatturato tra il 2011 e questo primo 2012, vanta un capitale sociale di 300 Milioni di dollari e ha recentemente trovato nuova liquidità dalla vendita di Cryptologic che gli ha fruttato 103 Milioni di Dollari (ma gli ha tolto un buon pezzo del mercato del poker online).

Una cifra che, se confermata, sarebbe quindi parecchio al di sotto delle precedenti offerte e le intenzioni sull’utilizzo del network da parte di Amaya sono al momento sconosciute.

Cosa accadrà a Ongame.it?

Il passaggio degli utenti di Bwin.GdPoker alla piattaforma di Party Poker è dunque imminente. E la recente decisione di GD Poker di dividere la liquidità rispetto alle altre skin di Ongame.it non può essere vista che anche in questo senso. A prescindere dalle motivazioni espresse (veritiere senza dubbio) risulta evidente come questo passaggio dovesse (in un modo o nell’altro) essere fatto al più presto e anzi stupisce il “limbo” vissuto fino a questo momento.

Cosa sarà quindi per gli utenti di GDP e BWin è cosa certa. Si riuniranno su PartyPoker (utilizzando peraltro il software proprio di quest’ultima probabilmente) per dar vita a un nuovo importante polo.  Diverso il discorso per le altre skin, che al momento della cessione (ma già da ora a dire il vero), dovranno decidere la nuova strada da intraprendere sia essa entrare in un nuovo network o altro.

Questo in attesa di sapere come Amaya Gaming Group deciderà di utilizzare la licenza italiana di Ongame e visti gli ultimi sviluppi anche di altri network, la situazione è quando mai in costante mutazione.

 

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari