Thursday, Oct. 23, 2014

Poker Live

Scritto da:

|

il 2 ott 2012

|

con 7 Like

Main Event WSOPE day 2: Marco Leonzio c’è, Phil Hellmuth per i massimi!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Main Event WSOPE day 2: Marco Leonzio c’è, Phil Hellmuth per i massimi!

Area

Vuoi approfondire?

Un field davvero irreale. Scorrendo il chipcount degli 83 player rimasti in gara al Main Event delle World Series of Poker Europe vengono davvero i brividi: i nomi che si mettono uno in fila all’altro sono tra i più importanti del panorama pokeristico mondiale. Nuova e vecchia scuola, grinder online e mostri sacri del live, tutti insieme a darsi battaglia per arrivare ITM!

Partiamo dall’alto: quarto posto, Phil Hellmuth. Indiscutibilmente nel suo anno di grazia, “Poker Brat” dopo il braccialetto nell’evento Razz delle WSOP estive non disdegnerebbe certo un bis di tutto rispetto con un piazzamento importante al Main Event delle WSOPE. E siamo sicuri che se riuscirà a non tiltare, potrà accedere al final table e mettere le mani su un premio di quelli che contano davvero.

Nono posto, Joseph Cheong. Inarrestabile. Una macchina dell’online, dove con il nickname “subiime” continua a macinare risultati, e poi si presenta agli appuntamenti live con quegli occhiali da sole che sembrano dire “non ho dormito tutta la notte, avevo dei soldi da vincere” e si mette ad outplayare anche il tavolo di fianco.

Decimo, Bertrand “ElkY” Grospellier. Dodicesimo, Daniel Negreanu. Il dinamico duo del Team Pro PokerStars non conosce battute d’arresto: sono senza dubbio tra i più in forma quest’anno, e ci tengono a dimostrarlo anche in questo appuntamento di altissimo livello.

Diciottesimo, Kristijonas Andrulis. Magari non lo conoscete, ma questo ragazzo lituano ha davvero dato spettacolo in queste WSOPE, e sta grindando i circuiti europei da due annetti ottenendo risultati su risultati anche nei tornei High Roller.

Ventiseiesimo, Elio Fox, che non è il cugino intelligente di Paolo Fox quello degli oroscopi, ma è nientemeno che il campione uscente del Main Event WSOPE 2011.

E poi David Benyamine direttamente dalla vecchia guardia, seguito dal sempre più carico Jason Mercier. L’ex Pro di Full Tilt Poker Joao Barbosa, e a seguire Aaron Lim, Scott Seiver e la bella e brava Liv Boeree.

L’onnipresente Eugene Katchalov. Il braccialettato Andy Frankenberger. Lo spietato Justin Bonomo. Il quasi-campione del mondo Steve Dannenmann, che perse nel 2005 l’heads up del Main WSOP contro Joe Hachem. Poteva mancare Sam Trickett? E alla festa c’è anche Jean-Robert Bellande, che molti vedranno come il pollo da spennare ma che, comunque, di esperienza al tavolo ne ha da vendere.

E in fondo a tutta questa sfilza di nomi impressionanti, il chipcount ufficiale mostra una bandierina italiana. E’ Marco Leonzio, che oggi ripartirà con 42.000 chip, 20 bui da moltiplicare nella speranza di risalire la classifica che al momento lo vede tra i fanalini di coda al settantanovesimo posto. Forza Marco!

  1. Sergii Baranov 607.000
  2. Axel Pergolizzi 419.400
  3. Vladimir Troyanovskiy 375.100
  4. Phil Hellmuth 364.900
  5. Maxime Conte 342.300
  6. Lifeng Chen 340.500
  7. Hui Chen-Kuo 339.900
  8. Max Silver 333.600
  9. Joseph Cheong 328.400
  10. Bertrand “ElkY” Grospellier 326.700

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari