Wednesday, Dec. 13, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Giu 2013

|

 

Minieri sfiora il secondo braccialetto!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Minieri sfiora il secondo braccialetto!

Area

Vuoi approfondire?

Dario Minieri è arrivato molto vicino al suo secondo braccialetto nelle World Series of Poker, dopo quello ottenuto nel 2008 nel No Limit Six Handed, che gli valse più di 500.000$.

Oggi Dario è arrivato ottavo nel Pot Limit Hold’em 5.000$, uno dei tornei che ha presentato una delle combinazioni più dure alle WSOP fra il buy-in, la variante (pot limit) e un field veramente eccezionale. Ne è la prova che al Final Table sono arrivati ben quattro giocatori che già sanno cosa significa un braccialetto e infatti uno di loro, Davidi Kitai è stato il vincitore dei 224.560$ del primo premio.

La giornata di Dario è stata la solita giornata “alla Minieri”, una montagna russa fatta di tanta aggressività, forse qualche spewata di troppo ma tanta voglia di vincere. In effetti, se il giocatore romano è stato eliminato prematuramente nel Final Table è proprio perché per lui non ci sono differenze fra il secondo e l’ottavo posto: ce ne sono solo fra il primo e tutti gli altri.

Dopo le prime eliminazioni del Day3, Dario aveva il primo momento di inflessione del giorno, scivolando alle ultime posizioni in una di quelle volte in cui, chiamato al river, si vede costretto a dichiarare “jack high”. Dario risaliva comunque subito in due mani ai danni di Dan Kelly, prima pushando in semibluff al turn e poi con QQ, che avevano la meglio sulla top pair top kicker di Kelly. Poche mani dopo, Dario era chipleader con solo 11 giocatori rimasti.

Purtroppo a questo punto inizia a sorgere la figura di Davidi Kitai, che sembra essere sempre un passo avanti a Minieri e che si prende metà delle sue fiches pescandolo in bluff al river con dieci carta alta. Il giocatore romano riesce ancora una volta a riprendersi e arriva al Final Table quarto in fiches.

Tuttavia, viene azzoppato dopo un nuovo scontro con Kitai, che lo costringe al fold al turn dopo aver invertito una buona parte del suo stack. Standard invece la mano che lo elimina, quando pusha K5 da bottone e viene chiamato dall’A3 di Danchev nel BB: board liscio e Dario è player out.

Il resto del Final Table conferma la splendida giornata di Davidi Kitai e di Cary Katz, protagonista dalla fine del Day2 di una incredibile rimonta a colpo di pocket pair e di boards molto favorevoli. Gli altri due grandi pro del Final Table, “Elky” Grospellier ed Eugene Katchalov devono arrendersi in settima e quinta posizione rispettivamente. Ecco il payout finale:

 

1 Davidi Kitai Belgium $224,560
2 Cary Katz USA $138,794
3 Vincent Bartello USA $103,628
4 Dimitar Danchev Bulgaria $77,893
5 Eugene Katchalov Ukraine $58,912
6 Kristina Holst USA $44,844
7 Bertrand Grospellier France $34,341
8 Dario Minieri Italy $26,468
9 Chris Johnson USA $20,520

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari