Strategia

Scritto da:

|

il 23 Gen 2014

|

 

I consigli di Alec Torelli per non andare broke: ‘Ragiona come se fossi sempre even’

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

I consigli di Alec Torelli per non andare broke: ‘Ragiona come se fossi sempre even’

Area

Vuoi approfondire?

Nessuno è immune dai momenti critici nel poker, di quelli che ti farebbero distruggere un mouse a sessione quando una coppia d’assi sembra avere la stessa forza di 7-2 off, ma ci sono modi diversi di affrontarli e un campione come Alec Torelli, stimato giocatore di cash game high stakes, tramite il suo blog, racconta parte del suo passato pokeristico, fatto anche di ombre e non solo di luci. Il professionista americano, però, quelle luci è stato capace di riaccenderle.

‘Era l’estate del 2008spiega Alece stavo andando davvero forte. Le carte erano sempre dalla mia parte. Ho vinto, speso e vissuto come se potesse continuare per sempre’.

Vi siete mai sentiti invincibili nel poker come è accaduto a Torelli? Credo questa sensazione, nel piccolo come nel grande, sia stata vissuta da molti, ma il poker, con le sue mille variabili, sa come farci tornare coi piedi per terra.

Così ci è tornato Alec: ‘Una grossa somma di dollari dopo (persi), ho imparato una lezione dolorosa e costosa: vincere non è mai tanto eccitante quanto è doloroso perdere. Mi ci è voluto un anno per recuperare. Ho dovuto abbassare drasticamente gli stake e ho fatto l’unica cosa possibile: grindare.’

Le persone intelligenti dai momenti di difficoltà traggono degli insegnamenti e Alec nel suo inaspettato anno di recupero pokeristico, ha avuto modo di elaborare alcune linee guida utili per il suo futuro e necessarie per tutti, non solo per chi gioca ad alti livelli nel poker.

  • Fissati un obiettivo

Lo scopo è semplice, sostiene Alec. Avere un obiettivo serve ad avere motivazioni per giocare, rendere il gioco più divertente e stimolante, monitorare i progressi e soprattutto libera dal peso della scelta, ecco il pensiero a riguardo del player americano: ‘Quando ho un proposito che è motivante, stimolante ma anche raggiungibile, modifico le mie priorità verso un obiettivo meno impulsivo, a lungo termine’.

  • Cambia il mindset

Su questo punto Torelli non transige e affida il suo pensiero a queste parole: ‘In questo momento c’è solo il presente. Qualunque downswing abbia avuto, qualsiasi mano abbia perso appartiene al passato. Concetti come vincere o perdere esistono solo nella nostra mente. In questo preciso momento siamo even’. Analisi tanto semplice quanto, per molti, difficile da applicare, eppure ragionassimo in questo modo saremmo portati a focalizzarci al meglio su ogni singola mano, senza distrazione alcuna.

  • Mettiti alla prova

Obiettivo di un professionista, così come lo stesso dovrebbe esser quello di qualsiasi bravo giocatore, è quello, sostiene Alec, di riuscire a giocare con la giusta indifferenza, tale da fargli analizzare le informazioni a disposizione per poter prendere, in qualsiasi momento della partita, la giusta decisione, senza l’influenza delle emozioni. Il risultato di una sessione? Semplicemente qualcosa di secondario, nulla più.

L’esperto giocatore californiano, poi, dà alcuni semplici suggerimenti riguardo la mera gestione del bankroll, chiaramente da non confondere col patrimonio personale.

Non vuoi mai andare broke? Bene, per Torelli dovresti avere a disposizione almeno 60 poste per il cash game e di più per i tornei dove, secondo lui, ‘il miglior giocatore del mondo può passare una vita intera senza vincere mai’.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari