Monday, Dec. 17, 2018

Storie

Scritto da:

|

il 16 Gen 2017

|

 

PokerItalia24 chiude dopo sette anni! Il saluto di Lacchinelli, Zumbini e Dato

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

PokerItalia24 chiude dopo sette anni! Il saluto di Lacchinelli, Zumbini e Dato

Area

Vuoi approfondire?

Si chiude tristemente un capitolo importante della storia del poker italiano.

Stanotte forse qualche affezionato spettatore tra voi avrà provato a sintonizzarsi su POKERItalia24 senza però trovare quello che cercava.

Ci ha pensato un laconico post su Facebook del canale tematico a chiarire la situazione. Sul social network infatti è apparsa questa frase: “Dopo 7 anni insieme, stanotte l’ultimo showdown. GG a tutti!“.

Il messaggio era corredato da immagini di protagonisti e momenti che hanno fatto la storia del canale. Il direttore Maurizio Caressa negli anni ha coinvolto numerosi personaggi noti nel suo progetto pokeristico.

Hanno prestato le loro voci a POKERItalia24 diversi giornalisti sportivi come Fabio Caressa, Stefano De Grandis, Riccardo Trevisani, Dario Massara…

Tra i poker pro che hanno lavorato per il canale possiamo citare Riccardo Lacchinelli, Marco Bognanni, Flavio Ferrari Zumbini, Niccolò Caramatti, Alessandro Pastura, Erion Islamay…

Zumbini è stato, tra le altre cose, protagonista insieme a Diletta Leotta del programma ‘Come Giochi?’, che ha arruolato nel tempo professori del calibro di Andrea Dato, Jackson Genovesi e Alioscia Oliva.

Perfino il comico Pasquale Petrolo, in arte Lillo, ha provato a dare il suo contributo con uno show comico e dei filmati davvero esilaranti a tema pokeristico.

Tutto questo ora è solo un ricordo, per colpa di una decisione improvvisa ma non così sorprendente: il declino di PI24 era iniziato già nel 2013 con il trasferimento (necessario) dal digitale terrestre a Sky.

 

 

Abbiamo chiesto allora ad alcuni dei personaggi citati di lasciarci un commento sulla triste notizia. Iniziamo dalle parole di Riccardo Lacchinelli.

Il funambolo, ex pro di Snai, ci ha risposto così: “Ho saputo della chiusura di PI24 proprio ieri dal direttore Caressa. È un vero peccato, pensate che ho registrato le ultime puntate per loro solo pochi mesi fa, ad ottobre.

Io ho vissuto la storia di PI24 fin dall’inizio, cioè dal 2010. Mi ricordo ancora di quando sono sceso a Roma per fare il provino.

È durato 10 minuti, mi hanno preso subito. C’era molta sintonia tra me e Maurizio, siamo stati una coppia affiatata al commento per sette anni.

Per me commentare il poker non è un vero lavoro. Poter parlare di una cosa che amo è un privilegio. Mi sono sentito per anni un ambasciatore del gioco, perché la TV mi ha dato molta notorietà.

Lasciando da parte la modestia, credo di aver dato prova di competenza. Ero sempre informato e quando commentavo certi giocatori in azione potevo spesso raccontare aneddoti su di loro, avendoci giocato contro nella mia carriera da pro.

Purtroppo questa bellissima esperienza ora è finita. Il canale PokerItalia24 non ha avuto la fortuna che meritava. I dati di audience erano ottimi per un certo periodo, ma le grandi aziende non hanno voluto investire nel nostro settore, temendo una pubblicità non positiva“.

Flavio Ferrari Zumbini non sembra molto sopreso: “Mi dispiace tanto per la chiusura di PI24 ma purtroppo la direzione era quella.

Mi sono divertito moltissimo in questi anni. PI24 è stato un canale veramente seguito e un esperimento unico nel suo genere.

Maurizio Caressa è stato un direttore fantastico. Ringrazio chi ci ha seguito in questi anni e spero di aver dato tante ore di spensieratezza a chi ci ha seguito“.

Andrea Dato non ne sapeva nulla della fine di PI24 e dice: “Mi dispiace in senso nostalgico ma credo sia una tappa fisiologica nel viaggio che questo gioco sta facendo in Italia.

Il motore di questo gioco sono le nuove generazioni, i giovani appena maggiorenni che vogliono conoscere meglio il gioco.

Diciamoci la verità, ormai la televisione offre contenuti che su internet, dallo smartphone o dal tablet, puoi trovare in quantità e qualità decisamente superiori.

La fine di Pokeritalia24 a mio parere non è un indice del declino ma della trasformazione del poker italiano“.

 

Maurizio Caressa

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari