Monday, Dec. 17, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 21 Apr 2017

|

 

“Contento di aver sciacallato, andando avanti forse avrei preso uccellate!” L’eliminazione dal Millions non è amara per Nicola Cappellesso

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“Contento di aver sciacallato, andando avanti forse avrei preso uccellate!” L’eliminazione dal Millions non è amara per Nicola Cappellesso

Area

Vuoi approfondire?

Niente gloria in quel di Nottingham per Nicola ‘snapcap’ Cappellesso.

Arrivato nella terra d’Albione con uno stack di 12bb imbustato a Sanremo, il veneto ha trovato l’eliminazione al primo showdown di giornata: T-Js vs A-J, board liscio e player out.

Nicola spiega che in realtà non aveva troppe aspettative per questa trasferta inglese:

“Quando sono partito da Sanremo le aspettative erano basse perché partivo con 12 bui, anche se un double-up nei primi livelli mi poteva far rientrare con uno stack giocabile. Invece ho perso il primo showdown e sono uscito quindi è andata come è andata…”

Il veneto si dice comunque soddisfatto del suo Millions:

“E’ stato un bellissimo torneo, ho giocato contro player fortissimi sia a Sanremo che qua, dove sono schierati davvero i più forti del mondo… Poi sono stato fortunato perchè comunque da che è iniziato il Day3 sono usciti tanti giocatori in poco tempo, quindi ho sciacallato un gradino del payout!”

Nicola infatti ha incassato 7.500£, 2.500£ in più rispetto agli itm di inizio giornata. Forse anche per questo Cappellesso incensa l’evento:

“Un evento da rifare per struttura e buyin accessibile… Forse dal day2 in poi il field non è così morbido, davvero troppi top reg si sono iscritti pagando 6k. Credo valga comunque la pena farlo dalla phase perchè l’investimento è basso e il field morbido, e se riesci a fare stack puoi fare un bel torneo.”

Ma proprio dopo aver visto il field schierato a Nottingham, il grinder crede che le sue chance di andare in fondo sarebbero comunque state risicate, dimostrando una umiltà davvero rara per la categoria:

“Andando avanti questo torneo diventa difficile… Anche se fossi andato deep non credo che sarei potuto arrivare fino in fondo. Mi spiace non aver avuto tanto stack oggi per poter giocare begli spot contro gente forte e mettermi alla prova, anche se probabilmente avrei preso solo delle belle uccellate in faccia! :-)”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari