Monday, Dec. 11, 2017

Storie

Scritto da:

|

il 21 Set 2017

|

 

Reg identikit – Marco ‘pokergus83’ Gemma

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Reg identikit – Marco ‘pokergus83’ Gemma

Area

Vuoi approfondire?

Battendo Emanuele ‘Ema86ii1’ Pispicia nel testa a testa conclusivo, Marco ‘pokergus83’ Gemma si è assicurato l’ultimo Sunday special disputato su Pokerstars.

Il successo di 10 giorni fa è suggello di passione e abnegazione.

“Era l’unico Major che mancava all’appello: in passato ero riuscito a mettere in bacheca due volte il Sunday master di GD, due volte l’Explosive di iPoker e due volte l’Eldorado di Lottomatica. Al pari con il mio primo Sunday master da 18k, lo shippo del torneo principe di PokerStars è il mio risultato più importante in carriera. Per quel che riguarda il torneo ho chiuso il day 1 top 10 grazie anche all’ultima mano in cui trappo gli assi e ‘TheSecr3t’ mi regala 40x facendomi volare nel count. Il day 2 è filato liscio fino a 15 left dove sono sempre stato top 10. Poi è arrivato il momento di stringere i denti poiché mi sono trovato piuttosto card dead e in una posizione davvero scomoda rispetto agli altri big stack del tavolo. Fortunatamente sono riuscito a resistere e a 4 left ho capito che avrei potuto farcela quando ho pushato 20x da bb con A-6su open di bottone quasi pari stack e ho crackato i suoi cowboys…”.

34 anni da Saronno (Varese), Marco è il protagonista odierno della nostra ‘Reg identikit‘, rubrica che intende raccontare, dai primordi, le storie di quei ragazzi che hanno scelto, con coraggio, di fare del poker il proprio mestiere:

“Gioco a poker dal novembre 2008. Dopo circa un anno di sit and go su Gioco Digitale mi sono approcciato agli mtt, che mi hanno dato subito più adrenalina e, inutile negarlo, avrebbero potuto regalare importanti soddisfazioni economiche. Quando vinsi nel 2009 il mio primo torneo da 37€ di Buy in capii subito che i tornei multitavolo sarebbero stata la mia strada. Ho continuato per qualche anno affiacondoli parallelamente agli studi/lavoro, poi,a inizio 2013, ho capito che era arrivato il momento di provarci per davvero.”

Marco inizia dunque la vita da Grinder, con la G maiuscolo e i risultati, accennati in precedenza, non tardano ad arrivare…


“Oggi spendo circa 300€ a sessione fatta eccezione per la domenica, giorno in cui lo spending aumenta inevitabilmente. Mediamente gioco circa 300/400 mtt al mese ad Abi 20€. Non ho mai voluto alzare troppo il tiro sia perché non mi va di swingare con così pochi mtt mensili sia perché i vari palinsesti.it oggi non offrono granché. Al momento gioco esclusivamente su PokerStars e Titan perché sulle altre room il traffico è davvero latente…”

11.700 giochi, Roi Medio del 35% e oltre 150.000€ di profit! Il grafico di Marco è davvero da Top Reg:

“Lo studio teorico è fondamentale. Con la sola pratica non si va da nessuna parte. Altrettanto importante è dunque il confronto con atri reg, ma senza una solida preparazione di base diventa tutto pressoché inutile. Ho tanti giocatori italiani che stimo non solo dal punto di vista pokeristico: facendo qualche nome direi ‘POGGIAIOLO’, ‘ninetto198’ [Guido Pieraccini e Cristian Nuvola, ndr.] e ‘The-DwOoonK’, a mio avviso uno tra i player più sottovalutati del circuito. Per quanto riguarda gli stranieri, tralasciando i soliti noti, stimo molto PokerStaples, Tonka e allinpav.”

Uno dei fattori determinanti per la crescita di Gemma è dovuto proprio ai ‘freecoaching’ streaming offerti da questi player:

“Nella mia crescita pokeristica sicuramente devo assolutamente sottolineare l’importanza nello studio del gioco di alcuni player stranieri, specie quelli spora citati. Player che ho iniziato a seguire con costanza su Twitch da inizio anno, anche per prepararmi al meglio alla liquidità condivisa. Prossimo obiettivo? Il million ormai è andato, quindi attendiamo con ansia l’ICOOP!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari