Wednesday, Nov. 22, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 20 Ott 2017

|

 

Power up: le reazioni dei poker player al nuovo format Heartstone-oriented introdotto da PokerStars

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Power up: le reazioni dei poker player al nuovo format Heartstone-oriented introdotto da PokerStars

Area

Vuoi approfondire?

A pochi giorni di distanza dal lancio ufficiale dei Power Up, disponibili al momento soltanto nella versione ‘dot com’ del client di PokerStars, le reazioni dei pokeristi non si sono fatte certo attendere.

Dopo aver testato in prima persona il nuovo format, a metà strada tra videogiochi e poker, abbiamo pensato di chiedere ai professionisti delle due carte un’opinione sulla novità proposta dalla room della Picca Rossa.

Sebbene a primo acchito siano stati parecchi a storcere il naso, lamentando una tendenza all’incrementare il fattore fortuna a scapito dell’abilità, è bene sottolineare come i Power Up siano qualcosa di completamente diverso dal poker online. Per dare un riferimento più preciso, si potrebbero collocare dalle parti di Hearthstone.

Insomma, l’utenza di base del nuovo prodotto potrebbe non intaccare l’ecosistema pokeristico, creando un bacino a sé stante che poco ha a che fare con gli amanti del gioco tradizionale.

Certo, questa è soltanto una eventualità, dato che potrebbe anche essere possibile il contrario, ovvero che una piccola porzione di liquidità possa essere drenata da MTT e Spin.

E ora andiamo a vedere cosa ci hanno risposto gli intervistati:

Andrea Sorrentino

Penso sia una bella novità perché si sta andando verso l’era dei fantasy game ed e-sports, quindi si avvicina il poker a questo settore. Poi ovviamente prima di dare un parere adatto dovrei provarli… Cosa che farò sicuramente perché il format sembra carino, però resta il fatto che stanno cercando in tutti i modi di abbassare in modo netto le skill favorendo la componente aleatoria, quindi per un professionista che ne fa un lavoro nn penso sia un bene in senso assoluto. Poi magari sarà divertente, ma ora come ora nn penso posssa incidere più di tanto: non svolterà la liquidità come hanno fatto gli Spin, questo penso sia sicuro. Ci sarà molta curiosità all’inizio ma come c’è stata per i Sit KO o i Beat The Clock, che ora sono li vuoti e nn partono mai. Gli Spin hanno rivoluzionato molto ma questo non penso sia lo stesso caso…

Luigi D'Alterio

Li ho giocati nella versione play money e sono simpatici. Sicuramente sono da studiare le varie combo ma non so quanto siano grindabili, o meglio non riuscirei a quantificare un margine di profit e edge al tavolo. Il mio giudizio al momento è neutrale, dobbiamo vedere come si evolve la modalità a soldi veri per capirci qualcosa in più. Per il resto non penso drenino liquidità dal pool MTT, mentre potrebbero intaccare il traffico degli Spin&Go in quanto più simili a questi che ai primi.

Giulio Sonnino

A me non piacciono per nulla, è un qualcosa che continua a sottrarre edge a chi fa del poker un lavoro. Un tentativo di trasformare il mondo del poker in qualcosa di prettamente ludico, come già successo con l’introduzione degli Spin, dei bauli ecc. Poi magari si riveleranno un flop, ma sicuramente un po’ di liquidità si disperderà.

Giuliano Bendinelli

Non giocando a Hearthstone è un argomento di cui so poco o nulla. Ho letto dell’introduzione sul ‘dot com’ ma sinceramente non sono interessato al genere anzi, non mi pare nemmeno si possano considerare ‘poker’.

Giada Fang

Mah, così di primo acchito non mi attirano…Lo vedo come un prodotto che tra gli amatori potrebbe funzionare, magari avvicinando qualche giocatore in più al poker tradizionale, ma dubito che possano drenare liquidità al mercato esistente.

Alex D'Amore

Secondo me un poker player non li giocherà, anche perché (li ho provati solo una volta) ci vorrebbe davvero troppo focus. Agli occasionali piacerà tanto la novità perchè possono essere divertenti, ma non so se avranno vita lunga.

Daniele De Feo

Stiamo dando addio al poker…

 

E voi cosa ne pensate a riguardo? Scrivetecelo lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari