Wednesday, Dec. 13, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Nov 2017

|

 

L’entusiasmo dei giocatori per il nuovo IPO sponsored by PokerStars

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

L’entusiasmo dei giocatori per il nuovo IPO sponsored by PokerStars

Area

Vuoi approfondire?

La notizia era nell’aria da tempo ma quando ieri è diventata ufficiale ha fatto comunque parecchio rumore, come prevedibile.

Due marchi fortissimi come quelli dell’Italian Poker Open e di PokerStars uniscono le forze e da gennaio proporranno degli eventi sicuramente imperdibili al casinò di Campione d’Italia.

Nelle scorse ore è già uscito il programma del primo IPO sponsored by PokerStars che metterà in palio 600mila euro garantiti in palio per cominciare. Si gioca per la precisione dal 3 all’8 gennaio 2018 un Main Event da 550€ di buy-in.

Come l’hanno presa i giocatori? Ovviamente con entusiasmo fin da subito. Sui social e ai tavoli è già tanta la curiosità. Abbiamo allora contattato direttamente qualche protagonista del poker live per scambiare qualche battuta a caldo.

Quasi tutti sono contenti. C’è solo qualche voce fuori dal coro che snobba la novità costituita dall’IPO by PS o che addirittura non gradisce certi tornei dai field troppo ‘varianzosi’…

Cliccate sui nomi qua sotto per scoprire cosa dicono i reg svizzeri e italiani. Cominciamo ovviamente da Andrea Shehaded, il fresco vincitore dell’IPO 25

 

Andrea Shehadeh

La novità è molto interessante. Il poker italiano ha bisogno di qualche slancio dopo l’uscita del WPT e dell’IPT dal circuito italiano. Penso sia un’ottima strategia di marketing. Speriamo che facciano bene, non mi dispiacerebbe vincere di nuovo!

Claudio 'Swissy' Rinaldi

Mi piace molto il nuovo IPO by PokerStars. Purtroppo i miei impegni non sempre mi permettono di giocare per 5/6 giorni consecutivi, quindi valuterò sul momento. Cerco sempre di giocarlo l’IPO, anche se all’ultimo per esempio non sono riuscito a partecipare. La partnership con Stars e sicuramente positiva: porterà qualificati che faranno abbassare il livello medio (già basso) di questo torneo, inoltre alzerà il già altissimo montepremi.

Roby Begni

Beh, io come player live sono contento perché PokerStars, oltre allo sponsoring, porterà anche qui gli eventi che prima erano più lontani per me. Non ho missato nessun IPO (tranne quando ero a Las Vegas) e non mancherò neanche a questo. Vedrò quali cambiamenti porterà a me personalmente. Speriamo siano buoni!

Giorgio Silvestrin

Sicuramente i nomi che si uniscono in partnership sono decisamente importanti e quindi potenzialmente il risultato dovrebbe essere buono. Il brand importante e conosciuto di PokerStars unito alla capacità organizzativa di IPO sicuramente può creare un evento ancora più importante. Ci sono da valutare le capacità ricettive di Campione ad eventi ancora più grandi (numericamente) dell’ultimo IPO, dove qualche problematica innegabilmente c’è stata. Come sempre un prodotto bisogna provarlo per giudicarlo. Il risultato che ho fatto all’IPO 25 mi conferma di essere confindent con questo tipo di torneo per cui penso proprio che lo rigiocherò.

Gabriele Lepore

Non mi piacciono molto i tornei come l’IPO. Si pagano 500 euro per un torneo che dura 5 giorni. Le spese ammontano a circa 1.000 euro. Calcolando un ROI atteso del 200% si fa pari; con un ROI ottimistico del 400% si guadagnano 1.000 euro. Se sto a casa sul divano probabilmente guadagno di più. Se uno gioca per divertirsi invece ci sta. Aggiungo che c’è una varianza folle in un torneo con 2mila iscritti. Anzi, ora 4mila direi.

Riccardo Lacchinelli

Non so ancora se giocherò il prossimo IPO, ma sono contento della sponsorizzazione da parte di PokerStars.

Daniele Mazzia

Spero che la novità porti nuovo slancio al settore. Penso però che Campione, paradossalmente, fosse l’ultimo dei casinò ad averne bisogno… Io non parteciperò all’IPO perché sto giocando praticamente zero nell’ultimo anno. Ho altri progetti e la schiena non mi permette di stare troppe ore seduto consecutivamente. Se ne riparlerà più in là!

Enrico Mosca

Sapevo già che sarebbe iniziata questa partnership. Ovviamente il ritorno di PokerStars in italia è una notizia ottima per tutto il movimento e non potevano che legarsi a Campione, l’unico baluardo italiano del poker live. Sono sicuro che Andrea Bettelli avrà le idee giuste.

Alessandro Borsa

La notizia non mi ha sconvolto perché sapevo già dell’imminente arrivo di PokerStars. Ho sempre giocato l’IPO e per me non cambierà nulla. Non mi interessa tanto un eventuale aumento del montepremi. Se ci sarà qualcosa di nuovo e interessante lo andrò volentieri a giocare, altrimenti si sta a casa.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari