Wednesday, Dec. 13, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Dic 2017

|

 

Koon passa full in un pot da 309.700$! Polk vince e analizza la mano: “I grandi giocatori fanno quel fold”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Koon passa full in un pot da 309.700$! Polk vince e analizza la mano: “I grandi giocatori fanno quel fold”

Area

Vuoi approfondire?

Torniamo oggi a proporvi uno degli ottimi video di Doug Polk.

Il campione americano stavolta commenta una ricca mano vinta da lui stesso in una recente puntata di Poker After Dark.

Si gioca a cash con cifre importanti sul tavolo e un field di altissimo livello, ovviamente. I bui sono 300/600$ ma c’è anche lo straddle di Dan Cates (1.200$).

Polk rilancia preflop da bottone a 3.000$ con 77. Koon chiama da SB con 33. Haxton da BB folda A-8 e Cates folda 5-2.

Ecco il primo commento di Polk: “Il mio raise è ovvio. Il call di Koon invece è un pochino strano. Quando si gioca con il ‘triplo buio’, da small blind bisognerebbe infatti essere più tight. Hai investito poco e rischi di subire uno squeeze da due giocatori dietro di te. Le tue odds non sono ottime. Se proprio vuoi entrare in gioco, meglio farlo 3bettando. Comunque il call con 3-3 ci può stare, anche se è al limite“.

Flop 793. Set per entrambi. Koon checka, Polk cbetta 2.600$ e Koon chiama.

Sentiamo Polk: “Bel flop per me. Il problema per chi chiama dai bui è che ha un range abbastanza chiaro. Può avere coppie, assi suited o broadway. Su un flop basso in teoria l’original raiser è favorito.

Io punto poco (meno di un terzo del pot) per mettere in difficoltà mani come K-Q o A-J. Anche coppiette come 2-2 si trovano in difficoltà. Si può anche fare una size più grande, l’importante è puntare col set.

Koon può trappare o rilanciare per far crescere il pot. In generale è meglio far lievitare il piatto, ma ogni tanto ci sta una trappola“.

Turn 9. Full house per entrambi. Koon checka ancora, Polk punta 4.000$ e Koon rilancia a 15.000$. Polk chiama.

La mano si fa interessante. Io devo decidere la mia size di puntata. In molti casi Koon potrebbe avere 6-6 o 8-8 o overcards. Quindi devo fare una size adatta. Ci può essere anche K-9 o A-9 suited. Meglio comunque non esagerare con la size.

Koon in generale potrebbe fare solo call davanti a una grossa puntata, ma di fronte alla mia piccola puntata fa bene a rilanciare. Puoi incrociare una big pair. Mi piace la size di 15k.

Tornando a me, contro una mano così polarizzata devo chiamare e basta“.

River K. Il piatto ammonta a 43.600$. Koon ha ancora 214.000$ di stack e punta 54.000$. Polk rilancia a 212.000$. Koon entra in the tank, dichiarando il full…

 

 

Il river è una buona carta per me. Koon può avere K-9 di picche ma ci sono altre mani molto più probabili. Koon potrebbe puntare un po’ meno al river ma ci sta la sua size.

Io perdo solo contro K-9, 9-9 oppure 9-7. Ci sono tre possibili coppie di tre e vari 9 che invece batto. Dobbiamo quindi rilanciare, ma quanto? Circa il pot secondo me è l’ideale.

Io sto dicendo in pratica che ho un buon full house. Koon, paradossalmente, si troverebbe in una migliore situazione se avesse un 9!

Avrebbe in quel caso un blocker contro K-9, 9-7, 9-3 suited, 9-9. Con 3-3 non blockera niente tranne un improbabile 9-3. L’unica mano che potrei bluffare è 7-3 suited. Con essa avrei dei blocker per fare la giocata al river.

Quindi Koon con trips di 9 o full di 3 ha praticamente lo stesso valore, che perde contro i miei full ma batte i miei bluff. Per questo sarebbe meglio se avesse un 9.

I grandi giocatori sono in grado di fare fold su quell’action al river“. Koon in effetti folda restando con 160.000$. Polk gli chiede se ha foldato 3-3 e Koon conferma.

Cosa aggiungere? Complimenti a entrambi i protagonisti del colpo. Cliccate su questo filmato se volete rivedere tutto:

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari