Wednesday, Dec. 13, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 6 Dic 2017

|

 

Cullen ‘cumicon’ Connors, il reg degli High Stakes che ha vinto 7.4 milioni in 5 anni: “Ora ho chiuso con il poker!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Cullen ‘cumicon’ Connors, il reg degli High Stakes che ha vinto 7.4 milioni in 5 anni: “Ora ho chiuso con il poker!”

Area

Vuoi approfondire?

“So benissimo che i soldi non fanno la felicità, quello che mi entusiasma è come la sanno imitare.”

Manuel Goreiro, meglio noto come Manolito, personaggio iper-capitalista dell’umorista grafico argentino Quino, definisce in questo modo lo stereotipo più famoso del mondo.

Il rapporto ricchezza/benessere, questione forse troppo soggettiva da sbrogliare in due righe; soggettiva a tal punto da portare al capolinea la carriera di uno dei player più incredibili degli High Stakes online.

Il leggendario personaggio di cui parleremo a breve, ormai ex regular delle più alte partite esistenti di Pot-Limit Omaha, è Cullen ‘cumicon’ Connors, vincitore di ben 7.4 milioni di dollari in 5 anni.

Al di là dei numeri pazzeschi, la storia di questo misterioso 30enne e il suo winrate da capogiro hanno messo sottosopra il web per i parametri pubblicati da lui stesso sul forum 2+2: Cullen ha ottenuto questo profit mantenendo un VPIP (Volontary Put money In the Pot) dell’89% e un valore pari a 25bb/100 su 1.3 milioni di mani!


Interrogato da Joe Ingram in un podcast trasmesso via streaming su Youtube, Connors sembra tranquillissimo al riguardo:

“Nell’Omaha puoi entrare in gioco con quasi tutte le mani quando sei in heads-up. Forse ho giocato troppo loose rispetto a ciò che dicono i solver, ma ha funzionato; il parametro mi sembra alto ma non irragionevole.”

Altro aspetto incredibile dell’impresa di ‘cumicon’ è l’approccio al gioco mantenuto nel corso dei vari anni di grinding: Cullen ha infatti affermato nel podcast di non aver quasi mai studiato e di aver lavorato fino ad un massimo di 15 ore giornaliere!

“L’unica cosa che ho fatto è stata guardare i video di Phil Galfond quando ho deciso di abbandonare il No-Limit Hold’em per il Pot-Limit Omaha, nient’altro. Ero un giocatore di No-Limit Hold’em ma, non contento dell’action in heads-up, mi sono impegnato per trovare spazio in quella variante. La mia giornata lavorativa durava anche 15 ore, ma per gran parte del tempo non dovevo far altro che aspettare: giocavo effettivamente solo tra le 2 e le 5 ore. Nelle ore restanti ingannavo il tempo guardando la tv, leggendo libri, fino all’arrivo di un avversario. Non è stato piacevole o divertente; per cinque anni della mia vita c’è stato solo il poker, non ho vissuto. Era il momento di dire basta.”

cullen cumicon connors

Cullen nel PodCast di Joe Ingram

Proprio per quanto detto prima, ‘cumicon’ ammette di non provare più alcun piacere nel giocare a poker. La dura scelta di ritirarsi, seppur sorprendente, sembrava essere addirittura pianificata: gli sforzi personali enormi – così definiti da Cullen nel podcast – sono stati lo scotto necessario per arrivare alle enormi vincite, con l’obiettivo finale di ritirarsi in giovane età, vivere serenamente e non lavorare mai più.

“Cinque anni fa pensai che se mi fossi impegnato al massimo avrei vinto abbastanza da potermi ritirare in giovane età. Mi trasferii in Canada per giocare, da lì inizia il grafico. Fortunatamente ho impiegato meno tempo del previsto per raggiungere quelle cifre, non avrei sopportato ancora quello stile di vita. La mia passione più grande è lo snowboard e l’ho messa da parte completamente in questi cinque lunghi anni; adesso ho la possibilità di dedicargli nuovamente il giusto tempo, magari per tutto l’inverno! Voglio vivere sulle montagne, da qualche parte a Ovest: ora voglio fare quello che mi piace!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari