Tuesday, Sep. 25, 2018

Storie

Scritto da:

|

il 10 Lug 2018

|

 

Galfond scrive a Negreanu: “Grazie Daniel per quello che fai ogni giorno per il poker”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Galfond scrive a Negreanu: “Grazie Daniel per quello che fai ogni giorno per il poker”

Area

Vuoi approfondire?

Nel mondo del poker gli haters abbondano, come è ovvio che sia, ma esistono anche delle belle storie di stima reciproca da raccontare.

Una di queste è diventata pubblica praticamente nei giorni scorsi, quando Daniel Negreanu e Phil Galfond si sono scambiati delle parole quasi sdolcinate sui social network… Le loro storie personali del resto si sono incrociate più volte e hanno anche dei tratti in comune.

Negreanu è nato il 26 luglio 1974 e ha scoperto il poker quando frequentava le sale da biliardo da teenager, diventando un giocatore di cash game con il nick Kid Poker.

Galfond è nato il 16 gennaio 1985 e anche lui ha scoperto il poker dopo altri giochi. Prima era un patito di videogames.

Nel 1998 Negreanu ha vinto il suo primo braccialetto e nei primi anni duemila è diventato uno dei giocatori più famosi al mondo insieme a Ivey, Juanda, Cunningham…

Qualche anno dopo Galfond è diventato una leggenda del poker online insieme a Dwan, Benefield, Robl… Nel 2008 anche lui ha vinto il suo primo braccialetto, un decennio dopo Negreanu.

Ora altri dieci anni sono passati e Galfond questa estate è salito a quota tre braccialetti grazie a un PLO da 5.000$ di buy-in. Per il momento resta inarrivabile lo score di Negreanu che scrive su Twitter:

 

 

Negreanu ha inserito Galfond tra le quattro migliori persone che il mondo del poker possa vantare insieme a Schulman, Somerville e Maria Ho.

La risposta strappalacrime di Galfond non si è fatta aspettare: “Forse è colpa del timing, visto che ho appena vinto un braccialetto e ricevuto tanto amore da fans e amici, ma mi sono sentito molto sentimentale leggendo il tuo tweet.

Non è per le parole lusinghiere o perché sono stato inserito in buona compagnia nella lista. È che, leggendo questo messaggio, ho avuto un flashback del mio primo torneo live che ho giocato quando ho compiuto 21 anni.

Subito dopo il mio compleanno, sono andato con un paio di amici a Tunica, Mississippi, dove ho giocato un evento da $10k del WSOP Circuit. Allora ero un semi-pro dei SNG da $100-200, quindi $10k di buy-in erano tanto per me, ma era sempre stato un mio sogno competere a quel livello.

Ebbene, nel torneo sono arrivato a premio e sono finito al tavolo con uno dei miei idoli, Daniel Negreanu. Ero seduto proprio accanto a lui.

Io timidamente non osavo parlare a una superstar che ho visto giocare per ore su ESPN e che ho visto indovinare le mani precise degli avversari negli episodi di High Stakes Poker.

Quindi sono rimasto quieto, ma 30 secondi dopo Daniel mi ha dato il benvenuto al tavolo, mi ha chiesto il mio nome, da dove venissi e mi ha fatto altre domande che ho dimenticato subito dopo aver dato le risposte.

Era surreale. Mi parlava come se fossimo allo stesso livello, due tizi che giocano un torneo di poker. Mi sono subito sentito a mio agio ed è stato bellissimo giocare quel torneo.

Tutti sanno, Daniel, quanto fai per il poker attraverso la TV e i media. Nessuno però ha idea di quello che fai per il gioco ogni giorno, a ogni tavolo e con ogni giocatore.

Gioco high-staked da un po’, ormai. È facile dare per scontato il mondo in cui vivo adesso. Pensando all’inizio della mia carriera però mi rendo conto che sto vivendo quel sogno di anni fa.

Non ci penso spesso, ma è fighissimo giocare regolarmente con qualcuno che ho ammirato a lungo, leggere certi messaggi ed essere trattati alla pari dal momento in cui ti ho conosciuto.

Grazie, Daniel“.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari