Tuesday, Oct. 23, 2018

Poker Online

Scritto da:

|

il 19 Set 2018

|

 

Paolino Virciglio non si perde mai le Series online: “Varianza infinita ma EV troppo importante”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Paolino Virciglio non si perde mai le Series online: “Varianza infinita ma EV troppo importante”

Area

Vuoi approfondire?

Il poker pro ha smesso di farlo da un po’, ma le Series online più ricche non se le perde per nulla al mondo.

Ecco spiegato il perché Paolino ‘PaoBz’ Virciglio stanotte ha shippato l’evento n° 10 delle Galactic Series di PokerStars, chiudendo alla grande una settimana in cui lo abbiamo rivisto fare il grinder a tempo pieno.

Virciglio dalla sua Bologna (dove si è trasferito cinque anni fa) ha incassato 19.876€ alle 5:27 del mattino, imponendosi in un field di 5.758 giocatori! Il suo è stato il premio più ricco di tutta la serata su Stars.

Su Facebook ha giustamente braggato il risultato, svelando un curioso retroscena sull’ultimo weekend. Ci siamo fatti raccontare tutto allora poche ore dopo lo shippo. Ecco cosa ci ha detto Paolino:

Negli ultimi due o tre anni ho sempre grindato le Series di PS. I Main Event in particolare li ho fatti tutti, anche se non ho mai piazzato un ITM…

Lo scorso weekend il Main l’ho giocato da Fabriano. Sono andato là per una rimpatriata con Eugenio Sanchioni e Giacomo Grossi. Ho anche avvisato la room di questo mio spostamento. È una precauzione che prendo sempre per evitare guai. Comunque sia, io sono uscito presto mentre loro sono arrivati a premio e parecchio in fondo al torneo.

All’evento n° 10 mi ero qualificato già qualche giorno prima in uno dei primi flight. Avevo chiuso il Day 1 con 240mila chips circa, quasi in top ten.

Lunedì mattina sono tornato a casa da Fabriano dopo aver giocato fino alle sei di mattina per piazzare un 10° posto. Eugenio dormiva sul divano mentre Giacomo si stava per svegliare per andare a caccia alle 7:30.

Evidentemente ho assorbito la run di Eugenio dormendo in quei giorni nel suo letto, perché quando sono tornato a casa ho shippato l’evento da 75mila euro garantiti. Scherzi a parte, mi sono aggiornato sul gioco e ho studiato tutto quello che fanno di diverso ora i miei amici.

Nel Day 2 sono partito subito con un bluff completo in una mano 3bettata. Da lì in poi ho giocato un miliardo di mani. A dire il vero non ho neanche runnato tanto bene negli showdown. Nelle fasi finali mi sono ritrovato un paio di volte con 7 o 8x. Lì per fortuna ho vinto i colpi che mi hanno salvato, ovviamente.

A cinque left ero il più short al tavolo finale. Gli avversari più forti al tavolo erano ‘CANABOT’ ed ‘ezechiele94’. Sono riuscito ad arrivare in heads-up anche se partivo in netto svantaggio, 18 milioni miei contro i 60 milioni circa di ‘ezechiele.

In mezz’oretta circa ho vinto grazie a una bella rimonta. Prima ho chiuso un full runner-runner facendomi pagare una overbet al river. Poi al river ho tramutato in bluff una second pair. Infine ho azzeccato un call con Ace High su un suo all-in. Così ho chiuso alla grande delle Series positive, in cui avevo già fatto un paio di bei risultati. Alle 5:30 ho dovuto esultare in silenzio, visto l’orario“.

 

 

Complimenti a Paolino dunque, che trova ancora tempo per il poker nonostante altri impegni: “L’EV è troppo grande in questi eventi. Anche nel Main ho visto che giocando un poker ABC te le tirano addosso.

Chiaro che la varianza è infinita. Finché grindi per mestiere ti puoi permettere di vincere o perdere 500 o 700 euro al giorno. Se fai un altro lavoro, anche se ben remunerato, quei 700 euro ci metti parecchio a riguadagnarli.

Io ora ho un’aziendina in crescita che fa arredamento artigianale per gatti e faccio il docente di web marketing per un’azienda a Bologna. Vado in ufficio un paio di volte a settimana e ho parecchi clienti da seguire.

Ho smesso di fare il poker pro perché ormai l’aspettativa di vincita annua per un bravo giocatore di mtt si aggira sui 50mila euro. Sono tanti, ma non abbastanza per fare quella vita a 34 anni e secondo me io non sono nemmeno al top. Finché hai 25 anni va bene, ma quando cresci e magari vuoi prendere casa, ti poni altri obiettivi“.

Paolino di tanto in tanto si concede comunque anche qualche trasferta live: “Sto pensando di andare a novembre alla Battle of Malta che ha alzato il garantito a 1 milione di euro. Mi piacerebbe anche andare alle ISOP al Perla di Nova Gorica ma sono bloccato dagli impegni“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari