Thursday, Jan. 17, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 1 Nov 2018

|

 

Dal Club del Poker alla Battle of Malta, il racconto di Cutruzzulà: “Che esperienza, ora ci riprovo con Londra!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dal Club del Poker alla Battle of Malta, il racconto di Cutruzzulà: “Che esperienza, ora ci riprovo con Londra!”

Area

Vuoi approfondire?

Non deve essere affatto male poter partecipare a uno dei più grandi tornei di poker d’Europa qualificandosi online con pochi spiccioli…

Ne sa qualcosa il nostro Alessandro ‘Wanted2083’ Cutruzzulà, 35enne calabrese che qualche settimana fa aveva dominato una serie di tornei su 888poker.it meritandosi il seat per la Battle of Malta dei record.

Al tavolo finale del Main Event maltese ha trionfato la Francia con Stropoli e Canevet, ma anche gli italiani hanno detto la loro nella trasferta e si sono sicuramente divertiti.

Alessandro ci racconta come è andato il suo primo live insieme a un gruppo di qualificati : “Prima di partire ci siamo scambiati qualche contatto e abbiamo creato un gruppo su WhatsApp con tutti i qualificati di 888. Abbiamo anche deciso di swappare una quota del 5%.

La mia partenza al Main è stata memorabile. Nella primissima mano ho spillato J-J ed è sceso un flop J-J-2! Peccato che nessuno mi abbia pagato.

Nel primo livello di gioco a dire il vero ho avuto poi qualche problemino con le chips. A volte mi hanno costretto a chiamare quando volevo rilanciare, ma ci ho messo poco a prendere confidenza con il live.

Ho settato 4 o 5 mani nelle prime due ore. In questo modo ho vinto tanti piccoli piatti con mani come 33 e 55. Settavo sempre al river.

A un certo punto ho perfino fatto un doppio player out! Ho 3bettato con A-A, una ragazza dopo di me ha chiamato con A-Ks e l’original raiser con J-J è andato all-in. Call e call. Al flop la ragazza ha preso 4/5 e anche lei le ha messe tutte“.

 

 

Insomma, tutto stava procedendo nel verso giusto per Alessandro. Purtroppo il vento è cambiato nel momento decisivo a fine Day 1: “Nei primi livelli ero messo benissimo. A bui più alti però mi hanno cambiato di tavolo e ho perso un sacco di colpi. Avevo spesso coppietta e scendeva asso.

Mi ricordo di una mano dove ho difeso il BB con 108. Flop 67Q. Io ho chiamato la cbet dell’original raiser. Turn 6. River 8. Ho checkato e chiamato di nuovo. Lui ha girato A-Q.

In un’altra mano con 4-4 ho chiamato l’all-in di un corto ma ho foldato quando un terzo giocatore è andato sopra. Hanno girato 2-2- e A-J. Avrei perso perché sul board sono scesi due assi.

Altra mano. Ho aperto con A-Q da UTG, uno mi ha 3bettato 21k, uno short ha mandato 39k. Io ho passato. Loro hanno girato 2-3 a quadri e 7-7! Avrei perso comunque su un board basso.

Dopo una serie di coin persi, nel colpo decisivo apro da bottone con J10, il grande buio mi 3betta e io pusho.  Avevo 60k circa quando l’avg era di 120k. Resto cortissimo ma mi salvo poco dopo con Q-10. Alla fine esco con A-2 contro A-J“.

 

 

Alessandro ha di che consolarsi: “Per fortuna che Vito Maiorano, uno del nostro gruppo, è riuscito a piazzarsi a premio e a farci guadagnare qualcosa. Comunque sia è stata una bellissima esperienza.

Il field era un po’ come me l’aspettavo. Sapevo che i giocatori dell’est per esempio sono molto aggressivi. C’era uno di loro che apriva con tutto, allora mi sono messo a 3bettarlo abbastanza lungo per farlo passare.

Sono anche riuscito a seguire lo start del final table e scambiare due parole con il futuro vincitore. Diciamo che gli ho portato bene.

Ora proviamo a fare il bis con i satelliti per Londra! Non sono mai stato neanche nella capitale inglese, quindi perché non approfittarne? Faccio una ricarica su 888poker e sono pronto a schierarmi di nuovo“.

Eh già, perché tra il 2 e il 19 novembre su 888poker si gioca un’altra imperdibile lega che qualificherà gratuitamente uno dei nostri al London festival di fine novembre! Non perdetevi l’opportunità se volete provare a emulare Alessandro Cutruzzulà, un operaio appassionato di poker che ha potuto vivere un sogno a occhi aperti grazie a 888 e IPC.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari