Tuesday, Dec. 18, 2018

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Nov 2018

|

 

Salvatore Donato shippa il Platinum Pass a Londra! “Ho giocato benissimo, ora mi serve solo un corso di inglese”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Salvatore Donato shippa il Platinum Pass a Londra! “Ho giocato benissimo, ora mi serve solo un corso di inglese”

Area

Un altro italiano si aggiunge alla lista dei fortunati qualificati al PSPC di gennaio!

Salvatore Donato è infatti riuscito a shippare lo scorso weekend a Londra un torneo griffato PokerStars da 600+60£ di buy-in e 601 entries.

Donato ha incassato 49.146£ di primo premio e soprattutto l’ambito Platinum Pass dal valore di 30.000$ per le Bahamas. Tra l’altro anche Giuseppe Caridi a gennaio aveva shippato il Pass a Londra

Nella capitale inglese si giocava stavolta, per la precisione, il PokerStars MegaStack con eventi dal costo variabile. Si andava dai 150+20£ del MegaStack vero e proprio ai 2.000+200£ dell’High Roller.

Il nostro Donato si è imposto all’Hippodrome per l’esattezza nel torneo SuperSeries dove 85 iscritti sono finiti ITM. Nella foto di rito al vincitore compaiono anche Andrea Cortellazzi e Giorgio Soceanu. I tre si sono messi a cantare l’inno d’Italia a squarciagola durante le premiazioni!

 

 

Ci siamo fatti raccontare direttamente da Salvatore come è nata e come è andata questa trasferta. Ecco cosa ci ha detto:

“Avevamo scelto con cura la location di Londra, perché avevamo visto che all’EPT di Praga ci sono solo due Pass in palio. A Londra invece erano treIl torneo 170£ era ingiocabile ma quello da 660£ è andato alla grande.

Ho giocato bene e sono arrivato in fondo. Ho cercato di non giocare mai spot marginali, evitando di chiamare dei flip. Ho foldato per esempio A-Q e A-K in certi momenti. Dopo lo scoppio della bolla ho giocato mani bellissime e perfino il tournament director mi ha fatto i complimenti per le mie giocate.

Ero convinto di vincere soprattutto dopo che ho pushato con K-J per rubare i bui e ho vinto con colore al river contro A-5 suited. Mi ero accorciato e sarei uscito se avessi perso quel colpo. Poi ho fatto una bella lettura con Q-10 e nell’ultima mano ho chiamato con A-8 contro A-7.

Ho rifiutato un deal a quattro ma abbiamo fatto un deal a tre perché erano le 2:15 e io avevo un volo alle 6:00 da Stansted. In un quarto d’ora ci siamo giocati il Pass e mi è andata bene“.

 

 

Salvatore non è felice solo per la propria prestazione: “Il mio amico algerino Karim Rebei, che vive a Marsiglia, ha vinto il MegaStack e il relativo Platinum Pass. Ci siamo conosciuti a Monte Carlo e incontrati a Barcellona. Ora ci rivedremo alle Bahamas e non sto nella pelle“.

Salvatore parla così perché ha già una discreta esperienza nei live. Ecco come riassume la sua storia pokeristica: “Sono originario della provincia di Catanzaro ma ho vissuto tanti anni a Firenze, dove sono cresciuto pokeristicamente. Si faceva il vero poker sportivo al Lucy River, dal quale sono usciti tanti grandi giocatori.

Ora sono rientrato in Calabria ma ho ancora l’ufficio a Firenze e sono sempre in viaggio. Faccio l’architetto, il poker per me è solo un divertimento anche se posso permettermi di spendere cifre importanti.

Questa di Londra è la mi vittoria più grossa in carriera, ma altre volte sono andato vicino al colpaccio. Mi ricordo ancora di parecchi scoppi decisivi che ho subito.

A gennaio andrò alle Bahamas con tanta voglia di vincere. Se per caso dovessi uscire alla prima mano, poco male. Sarà una vacanza gratis. Non so ancora chi porterò con me. Forse mia moglie ma abbiamo due figli piccoli di 1 e 3 anni. Sarebbe un po’ complicato con loro“.

Abbiamo chiesto infine a Salvatore come si preparerà per il PSPC ma non sembra preoccupato dal punto di vista tecnico: “Ho bisogno di fare più che altro un piccolo corso di inglese“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari