Wednesday, Dec. 19, 2018

Storie

Scritto da:

|

il 27 Nov 2018

|

 

Steve O’Dwyer vince ad Amsterdam un Super High Roller… da tre iscritti!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Steve O’Dwyer vince ad Amsterdam un Super High Roller… da tre iscritti!

Area

Vuoi approfondire?

La vittoria di Steve O’Dwyer a un recente Super High Roller di Amsterdam non farebbe tanta notizia, se non fosse per il numero di partecipanti del suddetto evento da 25.500 euro di buy-in…

Solo tre persone, infatti, si sono registrate all’Holland Casino nell’appuntamento più costoso del Master Classics of Poker!

Stava per saltare tutto nella giornata di sabato, però alla fine si è giocato e PokerNews ha perfino documentato l’action con il suo solito blog live, come previsto. Apprendiamo dai nostri colleghi che il torneo doveva iniziare alle 14:00 ma a quell’ora ancora non c’era abbastanza gente.  Lo start è stato rinviato alle 15:00 quando, all’unico tavolo aperto, si sono seduti solo il già citato O’Dwyer e l’olandese Stefan Wolzak.

Alle 16:00 del pomeriggio finalmente si è palesato anche Patrik Antonius e si è raggiunto così il numero minimo di persone per far partire l’evento. Ai tre sono stati consegnati 30.000 gettoni a testa a bui 100-100. In realtà c’erano anche altri giocatori interessati, che tuttavia hanno preferito iscriversi a un progressive bounty da 1.600 euro di buy-in.

Wolzak ha iniziato alla grande nel SHR. Nel secondo livello ha vinto un grosso piatto chiudendo doppia con A-3 contro Antonius. Alla prima pausa Wolzak aveva metà delle chips in gioco e ha continuato ad aggredire.

Antonius è stato il primo a salutare, pushando in 4bet con KQ contro AA di O’Dwyer. Board 8-2-4-2-6 e player out. Antonius avrebbe anche potuto fare re-entry ma ha preferito lasciar perdere.

Wolzak si è presentato così in vantaggio su O’Dwyer nel testa-a-testa finale: 49.500 contro 40.500 chips a bui 100-200.

L’heads-up è iniziato in maniera blanda, finché O’Dwyer non ha vinto un colpo importante con full contro un colore di Wolzak. L’olandese è sceso dunque a 63 bui e non è riuscito a rimontare.

Nella mano finale Wolzak rilancia a 600 dal bottone e O’Dwyer chiama. Il flop è 2106 rainbow. O’Dwyer checka, Wolzak punta 700 e O’Dwyer chiama. Turn K. O’Dwyer checka, Wolzak punta 2.800 e O’Dwyer chiama ancora. River J. O’Dwyer checka per l’ultima volta, Wolzak punta 4.500, O’Dwyer pusha e Wolzak chiama dopo lunga riflessione.

Allo showdown O’Dwyer mostra 52, Wolzak AA. Con questo scoppione il Sit è finito al quarto livello, a bui 100-300.

 

 

O’Dwyer si è accaparrato l’intero prizepool di 74.250 euro arrotondando il suo incasso della carriera a 2,4 milioni di dollari. Wolzak è uscito invece in pienissima bolla per tutto: soldi, titoli e ITM.

Nessuno si aspettava questo fallimento nella capitale olandese. Solitamente agli High Roller gli specialisti rispondono ‘presente’. IL MCOP è una ricorrenza storica per i giocatori europei e proseguirà, comunque sia, fino a sabato 1 dicembre.

Il Main Event prevede un buy-in di 4.300€ e il suo Day 1A ha totalizzato 75 entries. Tra i 31 che hanno imbustato figurano anche i nostri Andrea Ricci e Giuliano Bendinelli. È passato pure il campione in carica Claas Segebrecht. Il chip leader si chiama invece Sebastiaan de Jonge.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari