Saturday, Feb. 23, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 25 Gen 2019

|

 

Poker 10 Years Challenge

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Poker 10 Years Challenge

Area

In questi tempi frenetici, dominati da internet e dalla tecnologia, qualche anno solare equivale a un’era geologica

Nel poker il concetto è lo stesso, anzi, probabilmente è ancor più accentuato. Dal 2009 al 2019 sono cambiati volti e stili di gioco. Dallo sbarco del poker online sul punto it all’attualissimo ‘drammatico’ decreto dignità: come è cambiato il poker negli ultimi dieci anni?

Scopriamolo subito.

 

Poker Pro

Luca Pagano e Dario Minieri. Luca faceva incetta di ITM all’European Poker Tour, Dario si era cinto al polso il braccialetto l’estate prima! Il trevigiano si occupa oggi di Esports, ‘Supernova’ si è un po’ perso per strada, ma non possiamo non cogliere quest’occasione per mandargli un caloroso abbraccio e un super GL per il presente e per il futuro…

Oltre ai due capostipiti, erano i tempi di Gino ‘el diablo’ Alacqua, Fabrizio ‘biccio’ Ascari e il compianto Gianni Giaroni. Sulla cresta dell’onda anche un certo Flavio Ferrari Zumbini che come ben saprete ha accantonato il poker per girare il mondo senza sosta da diverso tempo a questa parte.

E i due odierni alfieri del poker azzurro? 10 anni fa Mustapha Kanit era appena diventato maggiorenne: per quello che è oggi l’italiano più vincente di sempre, il primo in the money live arrivò proprio nel 2009. Ecco ‘potta’ immortalato in uno dei suoi primi tornei: di acqua sotto i ponti ne è passata davvero tanta! 🙂

 

Il discorso non cambia più di tanto con Dario Sammartino: anche il napoletano, che oggi ha accumulato vincite live per oltre sette milioni di dollari, dieci anni fa era ai suoi primi tornei dal vivo.

 

Stili di gioco

Nel 2014, esattamente a cavallo tra ieri e oggi, era proprio Zumbini a parlare di Nuovo Poker. Oggi, inevitabilmente, siamo ancora oltre.

Nel 2009 la stragrande maggioranza dei player che si affacciavano al giochino – fatta eccezione per chi era un passo avanti come Minieri – attuavano uno stile di gioco tight, tendente al nitty: la selezione delle starting hand era rigorosissima e aprire un Q-10 suited da middle position sembrava quasi blasfemia!

Un simpatico screen postato da Andrea Buonocore rende bene l’idea su come siano cambiate le cose, ecco la nostra elaborazione grafica 😀

10 years challenge range apertura

Battute a parte, le strategie di gioco si sono evolute in maniera impressionante tra floating oop e overbet a catinelle.

Eppure, per certi versi, specie per quel che concerne gli MTT, si è un po’ tornati all’antica: come sottolineato recentemente da Daniel Negreanu, “alcuni giocatori dell’era delle 5-bet e 6-bet adesso servono patatine fritte”.

La tendenza odierna, difatti, sembra far prevalere il gioco postflop, con controrilanci preflop sempre più rari. E per quel che concerne i rilanci, anche nel postflop pare essercisi dati una calmata.

Nel 2009 con un draw tanti player erano disposti a giocarsi tutto. Oggi il concetto di pot-control è sicuramente più radicato e le spewate in progetto sono senza ombra di dubbio più bilanciate!

Poker online

Il 29 settembre 2008 si è giocato il primo torneo di poker online sul punto it. E nel 2009 non si faceva altro che parlare del possibile avvento del cash game: arriverà l’anno seguente.

A 10 anni di distanza, l’online è ancora vivo e vegeto ma il mancato ingresso nella condivisa ha tagliato gambe e speranze di molti. Detto ciò, il mercato è ancora fervido con un colosso come 888 poker che ha deciso d’investire in Italia appena 15 mesi or sono. L’offerta di gioco si è allargata in modo quasi esponenziale.

10 years challenge poker online

Poker Live

Diciamo che da questo punto di vista i passi in avanti non sono esattamente stati quelli di un gigante.

10 anni fa, i casinò dello Stivale furoreggiavano: eventi di poker in ogni dove, centinaia di appassionati gasati come bambini e un’atmosfera di spensieratezza e divertimento. Purtroppo oggi da Venezia a Campione, passando per Sanremo, ci sono problematiche – in alcuni casi forse irrecuperabili – di ogni tipo e la situazione appare tutt’altro che rosea…

10 years challenge poker live

I circoli vivono invece ancora in un eterno limbo: il 10 settembre 2009 pubblicavamo un articolo riportando il testo integrale di una circolare inviata dalla questura a tutti i circoli d’Italia. Negli anni ci sono state battaglie a più riprese, con tribunali che hanno spesso e volentieri scagionato i titolari. Ma di fatto, da questo punto di vista ancora nulla è cambiato.



banner-calendario-tornei

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari