Wednesday, Nov. 22, 2017

Scritto da:

|

il 14 Nov 2011

|

 

Strip Poker – Art in General a New York

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Strip Poker – Art in General a New York

Area

Il poker contagia anche il mondo dell’arte contemporanea che spesso trova ispirazione proprio nei fenomeni di massa. In un momento di profonda crisi per l’economia mondiale ecco spuntare lo “strip poker” come metafora del sistema economico moderno.

Una curiosa installazione è stata presentata all’inaugurazione della rassegna “Art in General” di Tribeca, un quartiere di Manhattan. L’opera, ideata da Zefrey Throwell, vede coinvolti sette tra uomini e donne che per sette ore a mezzo al giorno per una settimana intera giocheranno a strip poker semi nudi, il tutto sotto gli occhi dei passati.

L’artista ha spiegato che questa installazione rappresenta ciò che conta veramente nel mondo economico moderno, essere abili. L’incapacità di seguire le regole del gioco ci porterà a perdere soldi e con essi anche potere d’acquisto, mettendoci a nudo. Ovviamente in questo caso la parola “nudo” assume un significato letterale.

Pare, dunque, che il poker ormai sia diventato la metafora migliore per la vita quotidiana, dal Docente di Harvard che utilizza il poker come metodo d’insegnamento per i futuri avvocati, allo Stato Italiano che lo utilizza come strumento per fare cassa fino ad arrivare all’artista che attraverso le carte esprime il proprio pensiero sull’economia, tutti sembrano essere contagiati dalla pokermania.



Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari