Saturday, Aug. 2, 2014

Poker Online

Scritto da:

|

il 31 ago 2012

|

con 0 Like

Rocco Palumbo vince la scommessa: “E ora si riparte coi Live”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Rocco Palumbo vince la scommessa: “E ora si riparte coi Live”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Una scommessa lungo tutto il mese di agosto: almeno 1500 tornei online da giocare e un minimo di 20.000 € di profitto con un ROI medio del 30%. E’ la prop bet lanciata a inizio mese da Rocco Palumbo, un vero e proprio tour de force che lo ha visto impegnato per tutto il mese più caldo.

“Tutti i pomeriggi al mare, tutte le sere a giocare” ci racconta Rocco, che dopo 30 giorni di poker ininterrotto ha finalmente portato a casa un ottimo successo, riuscendo a superare la soglia dei 20.000 € di profitto nei poco più di 1.500 tornei giocati.

Lo abbiamo subito intervistato in occasione dell’IPT Campione: ecco cosa ci racconta il Pro di Winga Poker.

Ciao Rocco, e complimenti per la vittoria. Si può dire allora che stia continuando la “Rocco Run”?

In realtà credo di aver runnato normale, bene quanto serve per vincere la bet, che penso sia una run più o meno standard. E’ stata un po’ strana perché “selectata” verso la fine del mese, nei primi giorni ero indietro con il profit, poi nella seconda metà di agosto sono arrivati i risultati giusti: ho vinto all’inizio l’High Roller di Ongame, poi ho vinto il Super Thursday di PokerStars, e infine un secondo posto al Sunday Master che ha aiutato parecchio!

Come hai strutturato la sfida? Avevi una media giornaliera di tornei da giocare?

All’inizio giocavo tutto quello che partiva al di sopra dei 5 € di buy-in per “mettermi avanti” col volume. Verso metà mese ho visto che avevo già massato molti tornei e ho tolto quelli EV-, e verso la fine ho tolto i più grossi per evitare di avere swing che avrebbero potuto compromettere tutto. Negli ultimi giorni ho giocato solo i 5, 10 e 20 € ed è stata davvero dura! Il livello non è comunque facilissimo, è noioso, e l’ultima domenica non giocare i tornei “major” è stato davvero frustrante!

Ora che la bet è finita puoi analizzarla a freddo: è stato da pazzi accettarla o era oggettivamente fattibile?

Tutto sommato la bet era assolutamente fattibile: ovviamente non per tutti, un grinder MTT che di media gioca 200-300 tornei al mese non ce la può proprio fare. Bisogna essere allenati a mantenere il proprio A-game su così tanti tavoli, anche 30 contemporaneamente. Verso la fine anche io, che sono abbastanza abituato, cominciavo a non poterne davvero più e a volte ho proprio pensato “Ma chi me l’ha fatto fare, sarebbe stato meglio evitare questa bet e starmene tranquillo in vacanza!”

Com’è stata la parte “goliardica” della sfida, ovvero avere amici che scommettevano contro di te?

E’ stato piacevole avere bettors che sicuramente non hanno puntato esclusivamente per vincere soldi, quelli che hanno bettato cifre considerevoli sono amici che hanno giocato per la goliardia della bet. Credo che nessuno di loro stia “rosicando” davvero per aver perso… forse soltanto Claudio “Swissy” Rinaldi, ma solo perché lui non perde mai una scommessa!

E ora nell’immediato futuro cosa pensi di fare?

Era un bel po’ che non stavo a casa un intero mese, quindi ora ho voglia di girare e ho già previsto diverse trasferte. Settembre è un mese impegnativo con Partouche, WSOP Europe e l’EPT Sanremo a inizio ottobre.

Rifaresti la stessa bet nel futuro?

Solo se si presentassero le stesse occasioni: non salterei mai una serie importante di tornei live per una bet.



ps-ipad

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari