Wednesday, Nov. 22, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 11 Nov 2017

|

 

Ale Meloni, ancora campione ICOOP grazie al PLO: “Dicono che sono bravo ma non è vero, gioco di braccio”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Ale Meloni, ancora campione ICOOP grazie al PLO: “Dicono che sono bravo ma non è vero, gioco di braccio”

Area

Vuoi approfondire?

Come lo scorso anno Alessandro ‘Ale.KJ24’ Meloni ha piazzato il colpaccio nell’ICOOP di PokerStars.it grazie all’Omaha.

Il grinder sardo ha infatti vinto il PLO Main Event dell’ICOOP 2017. Anzi, ha dominato quel Main! Meloni ha chiuso da chip leader il Day 1 e poi ha shippato la prima moneta da oltre 9mila euro.

Lo abbiamo allora contattato qualche ora dopo la vittoria per farci raccontare tutto sull’evento e sul suo ICOOP. Ecco cosa ci ha detto Ale:

Il torneo è iniziato bene. Ho fatto chips in un tavolo facile dove la gente non foldava mai. Ho 3bettato un sacco, molto più che a Hold’em.

Il mio gioco a Omaha è quello. Penso sia la cosa giusta da fare, 3bettare e giocare in posizione soprattutto se non ci sono troppi reg.

Ero confident, ho hittato parecchio e ho chiuso il Day 1 da chip leader. La mia fortuna è stata quella di non aver trovato troppi avversari ostici. Alcuni c’erano ma ho cercato di non giocare contro i più bravi.

Nel Day 2 il field ovviamente si è assottigliato e i reg bravi c’erano. Ho vinto un colpo importante contro ‘POGGIAIOLO’ dove stavo al 48% al flop. Il tavolo finale poi l’ho disintegrato perché ero nettamente chip leader. Il torneo alla fin fine l’ho giocato molto bene, non mi ricordo grandi errori a parte mia. Sono contento.

Non so se è un caso che abbia vinto nuovamente nel PLO. Purtroppo è così. Io sono un reg di tornei di Hold’em ma nella mia specialita in questo ICOOP ho fatto solo un final table dove ho chiuso .

Non sono forte a Omaha, anche se molti ragazzi mi dicono che lo sono. Non penso sia vero, non conosco bene i range. Gioco più che altro di braccio. Conosco qualche dinamica perché ho giocato molto cash live di PLO. Non sono comunque un reg di Omaha, ce n’erano altri più meritevoli di me“.

 

 

Alessandro gioca da sei anni a poker online ma negli ultimi due anni ha un po’ calato il ritmo: “Sono un reg atipico di MTT. A differenza di altri ragazzi ho una vita sociale pienissima. Faccio l’allenatore di basket e sono occupato quattro pomeriggi su sette. Per questo non faccio quasi mai hand review e faccio coaching solo se me lo chiedono.

Gioco il lunedì, martedì, giovedi e domenica. Rarissimo è il mercoledì. Non gioco mai il pomeriggio e mai cash game. Sto ai tavoli dalle 21:00 fino a quando non busto o non shippo. Gioco tutto il palinsesto tranne la fascia tra i 2 e i 5 euro; a volte tolgo qualche torneo da 30. Non ho proprio tempo materiale per fare hand review tra il basket e la fidanzata. Ah, gioco anche a tennis“.

Tra poco arriverà la liquidità condivisa e Alessandro ha cominciato a pensarci: “Non ho un piano preciso in vista della liquidità condivisa. Non so a quale ABI giocherò, ma sono entusiasta. Ci voleva anche se potrei fare ancora soldi nel ‘punto it’ come gli altri reg. Si vince poco ma con costanza. Conosciamo benissimo il field. Con il ‘punto eu’ lo spending più elevato e ci sarà più varianza da abbattere. Io dovrei massare un po’ di più. Penso proprio che aumenterò il numero di sessioni“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari