Tuesday, Oct. 23, 2018

Storie

Scritto da:

|

il 12 Apr 2018

|

 

Il weekend da paura di Alberto Cigliano: “La domenica è stata un sogno, il lunedì un incubo”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Il weekend da paura di Alberto Cigliano: “La domenica è stata un sogno, il lunedì un incubo”

Area

Vuoi approfondire?

Se lo scorso weekend avete giocato qualche torneo domenicale, sicuramente avrete letto da qualche parte il nickname ‘Everbrun‘.

Il nick appartiene ad Alberto Cigliano, giovane grinder che abbiamo intervistato già diverse volte qui su ItaliaPokerClub e che non si è di certo annoiato tra domenica e lunedì.

Cigliano è infatti riuscito a vincere 3.920€ nel Sunday Big di 888poker e non solo. Si è piazzato 5° al tavolo finale del Super Sunday di People’s e ha goduto anche di una doppia deep run nel Main Event SCOOP di PS.

Ecco perché lo abbiamo ricontattato per farci raccontare il suo particolare momento. Ci ha risposto così: “Diciamo che la mia domenica è stata da sogno, mentre il lunedì è stato un incubo.

Riassumendo, domenica sera sono riuscito a vincere il Sunday Big di 888poker dove ero arrivato secondo a febbraio.  Mi sono anche qualificato a diversi Day 2 importanti.

Lunedì ero dentro infatti a entrambi i Main Event SCOOP di PokerStars. Stavo messo bene soprattutto nel Main High. Ero inoltre in top 3 nel Sunday Challenge e tra i migliori pure nel Super Sunday di People’s Poker.

Mi sono perciò concentrato unicamente su questi Day 2 lunedì sera. Nel Main Event Low di Stars sono stato eliminato in fretta, mentre sono salito in vetta al count del domenicale People’s.

Al tavolo finale del Super Sunday purtroppo sono stato eliminato da Thomas Zavaroni che ha vinto il colpo decisivo al 40%. Peccato perché lì il field era molto morbido. È uno dei miei domenicali preferiti anche se la struttura non è buona come quella del Sunday Big di 888. Il final table su People’s non è molto giocabile. Io ho perso a inizio final table con 9-9 contro A-K e poi a 6 left con K-K contro A-K per colpa di un K al turn. Mi sono accorciato e ho pushato gli ultimi 7 bui contro Zavaroni.

Non è andata come speravo nemmeno nel Main High SCOOP. Lì fino a 50 left ero sempre tra i top 10 o top 20 ma poi ho perso un paio di colpi importanti. Contro ‘spera91’ in particolare ho perso una guerra di bui con Q-J contro A-9. Ho passato così tutta la late stage senza vedere carte da short. Non ho mai avuto più di 20x. Il rimpianto è grande perché c’erano tanti occasionali e pochissimi reg. Da 30 left in poi c’erano giusto un paio di reg. A proposito, ho giocato molto contro ‘mitraglia97’ e non mi sembrava alla prima partita. Ho passato il Day 2 con SharkScope aperto per avere info. Meglio conoscersi e prendere gli accorgimenti del caso in una late così importante. Insomma sono stato sempre con 15 o 20x di stack finché ho pushato con 4-4 e ho trovato ‘chicco988’ con 7-7. Fine dell’avventura“.

 

 

Alberto a quanto pare è un tipo ambizioso. Sentite infatti come commenta i suoi risultati: “Sono amareggiato perché in tutte le Series di Stars degli ultimi mesi ho deeprunnato ma non ho piazzato la zampata vincente.

Comunque non mi posso lamentare. Ho vinto 30mila euro in tre mesi. Ringrazio per questo anche il mio coach Rino Fusco.

Certo che un torneo come il Main SCOOP sposta l’anno… Purtroppo non sono stato fortunatissimo finora nei domenicali PS. Molto meglio mi è andata su 888, dove tra l’altro ci sono sempre overlay interessanti“.

La carriera di Cigliano non è stata tuttavia sempre rose e fiori: “L’anno scorso ho affrontato uno swing da oltre 7mila euro e ho dovuto fare level down. Per fortuna una serie di risultati mi ha permesso di tornare ad alti livelli e non mi sono più fermato. Sono soddisfatto del mio percorso di crescita pokeristica, anche se manca la ciliegina sulla torta“.

In tutto ciò Alberto ha trovato anche un po’ di spazio per il live: “Sono stato recentemente a giocare il Tana delle Tigri al Perla di Nova Gorica. Nel Main Event sono durato una decina di livelli, ma mi sono rifatto con il cash game. Adesso ho il bankroll per giocare l’1-2 e il 2-4 live. Insomma la trasferta alla fine è stata positiva“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari