Tuesday, Dec. 18, 2018

Poker Online

Scritto da:

|

il 11 Nov 2018

|

 

ICOOP Champion – Andrea Panarese: “È stato semplice. Ora giochiamo il Main Event e poi… in letargo!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

ICOOP Champion – Andrea Panarese: “È stato semplice. Ora giochiamo il Main Event e poi… in letargo!”

Area

Vuoi approfondire?

Negli ultimi giorni di ICOOP su PokerStars.it abbiamo assistito a tanti trionfi d’autore.

Ci riferiamo a quelle vittorie messe a segno da nick già noti alle cronache pokeristiche. Una di queste l’ha firmata Andrea ‘andryguen’ Panarese, che ha incassato 5.987€ nell’evento n° 52 del programma.

Andrea è un regular di lunga data che ultimamente si vede sempre meno al tavolo, ma non ha dimenticato certo come si shippa. Non a caso il mese scorso ha portato a casa anche un Sunday High Roller.

Lo abbiamo allora contattato per farci raccontare tutto sul suo momento pokeristico e non. Ecco cosa ci ha detto: “Il torneo ICOOP è stato piuttosto semplice. Nella middle stage direi che è andato tutto per il verso giusto. Ho vinto tutti i colpi preflop, seppur molti di questi non mi avrebbero compromesso il torneo.

La late stage credo di averla gestita in maniera impeccabile, pur avendo in posizione su di me al FT il chipleader topxxx91.

Il periodo ICOOP è andato molto bene, anche se le ICOOP non mi avevano dato alcun exploit prima di questo. Va detto anche che ho subito un intervento chirurgico, ho dovuto saltare quattro giorni importanti del palinsesto. Per la precisione ho fatto un intervento di settoturbinoplastica. Avevo rotto il naso alle scuole medie e poi rotto di nuovo ad Amsterdam a 18 anni.

Ora giochiamo il Main Event e poi andrò in letargo per un po’ di mesi“. Bisogna insomma mettere ancora un po’ di legna in cascina per ritoccare questo grafico da 11mila mtt programmati su PS.it e quasi 75mila euro di guadagno.

 

 

Andrea ci spiega cosa combina lontano dai tavoli da poker: “Ho mollato da due anni quasi il grinding a tempo pieno. Ora seguo solo degli stakati abi30+ e quando posso gioco qualche spin con la scuola di Smartspin.

L’azienda che ho aperto mi ha annullato il tempo che avevo a disposizione anche per un hobby come il poker. Comunque il poker è sempre stato un hobby per me. Prima lo alternavo con l’università, poi dopo la laurea con il lavoro. Il poker secondo me dovrebbe essere visto come una fonte di ricavo dove una grossa percentuale di questo viene reinvestito in asset. Questo chiaramente considerando che il poker player nel 95% dei casi non ha una famiglia propria e quindi non ha ancora contratto debiti.

L’idea mia è stata sempre quella di arrivare a 30 anni con asset che generano già flussi di cassa costanti, ed è proprio quello che sto facendo.

La mia azienda è una start-up attiva nel mercato Fashion-Luxury. Curiamo il 90% dei processi post-produzione degli artigiani italiani, aiutandoli dì fatto ad internazionalizzare il loro prodotto che sia per manodopera che per materia prima e prezzo è il migliore esiste sul mercato mondiale“. Facciamo allora i complimenti ad Andrea e gli auguriamo il meglio per il suo futuro lavorativo!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari