Monday, Dec. 10, 2018

Poker Online

Scritto da:

|

il 27 Nov 2018

|

 

Andrea Montanari bulla i tornei domenicali: “Soddisfazioni arrivate dopo tanto lavoro”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Andrea Montanari bulla i tornei domenicali: “Soddisfazioni arrivate dopo tanto lavoro”

Area

Vuoi approfondire?

Proviamo a riassumere gli ultimi due giorni del 32enne Andrea Montanari.

Nella notte tra domenica e lunedì il grinder marchigiano si è piazzato 5° nel Main Event domenicale di 888poker.it incassando 2.178 euro. Poco più tardi ha chiuso 2° nel Sunday Special 2nd Chance di PokerStars.it beccandosi altri 7.455 euro.

Non contento, questa notte ha completato il suo rush vincendo il Sunday Special! Con il colpaccio più importante della sua carriera si è meritato altri 22.133 euro e il gran totale della tripletta è da sogno: 31.766 euro.

Davvero niente male, per uno che non è un torneista di professione. Andrea ci racconta tutto su di lui: “Sono un cash gamer della prima ora. Nel 2012 ho smesso perché ho iniziato a lavorare.

Dal mese di gennaio del 2017 ho ricominciato seriamente con il poker e mi sono dedicato agli mtt. Il 2018 è stato particolare, perché ho passato dei mesi difficili ma ho piazzato in mezzo alcuni shot importanti. Già ad aprile avevo vinto il Sunday Special“.

Ma veniamo al racconto di queste ultime ore: “Le ultime soddisfazioni sono arrivate come arrivano di solito, ovvero gestendo nella maniera più corretta la varie fasi dei tornei. Ho cercato semplicemente di prendere le scelte migliori a seconda delle situazioni. Nei tornei con le taglie ovviamente ho adottato soluzioni strategiche diverse.

Il tavolo finale del Sunday Special è filato via abbastanza bene. Mi sono presentato con il secondo stack su nove, però ero fuori posizione sul chip leader che aggrava e overcallava gli short. Lui si è accorciato per fortuna perdendo contro i corti e l’ho superato.

Poi in due mani consecutive ho avuto dei cooler e mi sono ritrovato con 35x a 5 left. Sono seguiti un paio di colpi positivi contro degli short. A tre left gli avversari erano abbastanza passivi e sono arrivato facilmente in fondo. In heads-up avevo metà delle chips dell’avversario e abbiamo fatto deal, con 7-8k di taglie che ballavano. Ho cercato infine di giocare più spot possibili post-flop e mi è andata bene“.

Questo qui sotto è il grafico su PS.it di Andrea, il cui nickname proviene da una canzone dei Led Zeppelin. Il suo avatar storico ai tavoli è invece il regista David Lynch. Come vedete nel grafico ci sono due bei picchi corrispondenti ai mesi di aprile e novembre

 

 

Andrea ci spiega meglio qual è il suo approccio agli mtt: “Ho cominciato ad ABI 10 a inizio 2017 passando ad ABI 30 in pochi mesi. I miei coach sono Simone ‘Spera91’ Speranza e Andrea ‘AndreaCigna’ Pini. Giocatori fortissimi e preparatissimi dei quali sono diventato anche amico.

Cerco costantemente di conciliare studio, gioco e real life, visto che lavoro alle Poste. Le soddisfazioni ogni tanto arrivano. Ho cercato di fare la vita del poker pro ma è complesso con le cifre del ‘punto it’.

A luglio ho iniziato un progetto di coaching/staking e gli ultimi 4/5 mesi sono stati abbastanza intensi. Ho aumentato la mole di lavoro con Simone dal punto di vista dello studio, eppure i risultati non ripagavano lo sforzo. Dopo l’ICOOP di PS mi sono preso perciò un paio di settimane di pausa.

Nel corso dell’anno ho dovuto ridurre le mie sessioni e il numero di tavoli aperti a sessione. Ho deciso di alzare l’ABI e di stare più focused con meno tavoli. Gli swing in tal modo diventano più pesanti.

Serve una base tecnica solida. Con il mio coach ho già rivisto il Day 2 dello Special. Qualche errore c’è sempre, ma niente di così grave“.

Chiudiamo con una curiosità: la quasi omonimia tra Andrea Montanari e Andrea ‘andremonta92’ Montanar. Il primo ci spiega: “Quando shippo io lui riceve dei GG a caso e viceversa. Ci siamo tra l’altro sentiti in questi giorni e mi ha fatto i complimenti.

Non sono tuttavia molto in contatto con altri reg del poker. Penso ai fatti miei. Non frequento il circuito live e neanche i social“.

Andrea fa la vita da single e trova comunque difficile spiegare agli altri cos’è il poker: “C’è ancora una mentalità retrograda da noi. La parola poker viene associata sempre a qualcosa di sbagliato e negativo“. Proverà a consolarsi con gli ultimi soldi incassati ai tavoli online!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari