Thursday, Jan. 17, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 7 Dic 2018

|

 

Flush nut su board non pairato e check/raise di oppo: Call, All-in… O Fold?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Flush nut su board non pairato e check/raise di oppo: Call, All-in… O Fold?

Area

Vuoi approfondire?

Prosegue la nostra intensa review ai tavoli di cash game di PokerStars.

Anche questa volta, grazie anche all’observer dello zoom (replayer che raduna in automatico gli spot più interessanti) ci siamo imbattuti in una mano che farà certamente discutere.

Siamo al ‘Fenice’ e i blinds sono 0.25/0.50€.

Cutoff (stack 113€), player su cui non abbiamo alcuna info, apre a 1.12€ (size che lascia presumere non sia esattamente un occasionale). Bottone, reg del livello, flatta con A2 e uno stack da 95€. Combo che può essere sicuramente anche tribettata, ma considerando anche che big blind gioca con appena 50x, il call non può essere di certo considerato un errore.

Dopo il fold di small, big blind (stack 27€) non s’inventa nulla e chiama grazie anche a delle odds troppo favorevoli.

Il flop recita 7J3

Bb checka, or c-betta 2.80€, bottone chiama, bb passa.

Il turn è un K.

Cutoff check/call la bet 4.50€ di Bottone, che è nuts già dal flop…

Il river è un 8 che in linea di massima cambia poco o nulla.

Cutoff checka, bottone betta 6.53€ e inaspettato arriva il raise a 34.50€ di oppo.

Che fare a questo punto? L’istinto ci direbbe di metterle tutte nel mezzo, ma un ragionamento appena più approfondito ci fa capire come l’all-in sia sicuramente una scelta da escludere. In questa situazione cutoff o si sta inventando un bluff random o ha l’unica combo che ci batte, ovvero 910.

Stesse giocando (malissimo!) in questa maniera una Q è davvero difficile pensare possa chiamare l’all-in. E siamo certi che si sarebbe sempre limitato a un check/call o un eventuale lead out river.

A questo punto il quesito è uno e uno soltanto: call o fold? Non avendo info il fold in situazioni simili sembra davvero estremo, ma se ci riflettiamo bene – e siamo certi che oppo sia capace – qua il fold rischia davvero di essere la soluzione migliore visto che il check raise river su board monotone senza avere l’A è davvero molto molto raro. Si tratterebbe di un bluff di braccio pressoché impossibile da effettuare poiché non ci sono elementi per escludere l’A in mano a bottone. E non ci sono blocker di sorta da usare né altro per provare a rubare il pot di forza in questa situazione.

Detto ciò, l’eventuale ‘scala colore’ va pagata…

E puntuale, come spesso capita ai tavoli zoom, è proprio scala colore il punto di cutoff!

Chi di voi avrebbe avuto la forza di foldare?

Ditecelo senza timore su Facebook!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari