Wednesday, Mar. 29, 2017

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Gen 2017

|

con Like

Torelli e una magra figura nel Seven Deuce Game: “Ho provato a vincere con 7-2 per guadagnare 8.000$”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Torelli e una magra figura nel Seven Deuce Game: “Ho provato a vincere con 7-2 per guadagnare 8.000$”

Area

Vuoi approfondire?

Sapete cos’è il Seven Deuce Game?

Tranquilli, non si tratta di una variante complicata del poker. Parliamo semplicemente di una comune partita a Texas Hold’em che prevede però una regola aggiuntiva molto divertente.

La regola è questa: ogni volta che un giocatore riesce a vincere un pot con 7-2 in mano (la peggiore starting hand del poker) ha diritto a ricevere un premio da ogni avversario seduto al tavolo.

Questo premio varia in base alle condizioni prefissate. Il vincitore della mano può pretendere un big blind da ogni giocatore o anche molti di più….

Come potete immaginare, si creano delle dinamiche intriganti in questo tipo di tavoli, dove bluffare diventa sicuramente più difficile. Volete qualche esempio pratico?

Alec Torelli in questi giorni ha pubblicato un paio di video nei quali lo si vede impegnato al Seven Deuce Game del Bicycle, dove il premio è molto interessante.

Come spiega Torelli, infatti, ogni volta che qualcuno vince in questa partita di cash game con 7-2 gli altri devono pagargli 1.000$ a testa! Considerando che i bui sono 25-50$, parliamo di 20 bb a cranio (160 totali).

In entrambi i filmati Torelli prova a prendersi il premio con la sua trash hand, ma senza successo. Torelli analizza allora per noi gli spot cercando di capire dove ha sbagliato.

Nella prima mano Torelli spilla 72 da UTG e limpa 50$. L’UTG+2 overlimpa con J7, il CO con A10 rilancia a 275$.

Alec allora risponde con una 3bet programmata a 1.125$. Il CO chiama. Alec commenta: “Ha per forza una mano forte che non può foldare, magari mi sta trappando con dei mostri sperando di farmi bluffare. Sicuramente può farmi in mano 7-2“.

Il flop è 43J. Alec spiega: “È un flop invitante per me, se vincessi la mano prenderei più soldi di quelli che ci sono ora nel piatto.

Il problema è che non conosco l’avversario e sembra bravo. Di sicuro non ci sono mani con cui flatta preflop per foldare su questo flop. Forse solo qualcosa come K-Q suited“.

L’action al flop è infatti check/check. Il turn è un 8. Alec commenta: “La situazione non è cambiata molto. Forse mi sta ancora trappando.

Dopo il check al flop non posso rappresentare molte mani forti. L’8 non aiuta nessuno. Checko pronto a giveuppare ma lui checka dietro“.

Il river è un 7. Alec ammette: “Qui compio un grosso errore. Dovrei essere quasi sicuro di avere la miglior mano ora. Lui non dovrebbe avere un jack.

Forse mi sta ancora trappando con coppie alte, ma è più probabile che il mio avversario abbia ‘asso alta’ in mano. Comunque io faccio un doppio errore al river!

Checko per la terza volta. Avrei invece dovuto puntare 500 o 600$. Lui punta 1.450$. Io dovrei essere buono il 25% delle volte per chiamare, considerando anche il premio extra del gioco.

Lui è incentivato a bluffare perché sa che non deve farmi vincere con 7-2. Io ho una delle mani migliori possibili qui. Avrei dovuto chiamare e basta, invece ho foldato.

Perché ho foldato? Non lo so. Se avessi saputo che il suo range era così ampio avrei snappato. Non gli facevo A-10 in mano. Pensavo avesse una coppia migliore della mia“.

 

 

Nella seconda mano l’UTG+1 limpa 50$ con A5. Alec da UTG+2 rilancia a 250$ con 72. Il CO Josh chiama con K9 e il BTN Tim chiama con 79. Chiama anche il limper.

Alec spiega: “Il bottone mi ha dato la netta sensazione che volesse 3bettare. Con una mano brutta di solito o 3betti o foldi, quindi deve avere una mano bella“.

Il flop è 474. Alec commenta: “Ottimo flop per me. Faccio una cbet standard di 600$. Chiama solo Tim da bottone”.

Il turn è un A. “A questo punto mi sento sicuramente dietro. Tim può avere una buona coppia o un asso. Però l’asso dovrebbe aiutare me che sono il raiser“.

Non c’è action: check to check. Il river è un A. Alec dice: “A questo punto lui non può avere l’asso, perché ce ne sono due sul board e avrebbe puntato al turn.

Ho pensato se puntare poco per simulare la value bet di QQ o KK, oppure puntare tanto per simulare un asso. Alla fine checko sicuro di essere dietro.

Avrei dovuto puntare al turn o al river per vincere più soldi (8.000$) di quelli nel piatto. È stata una delle mani che ho giocato peggio nella sessione“.

Alec Torelli conclude in maniera mesta il suo racconto: “È stato frustrante perdere entrambe le mani con 7-2, avendo buone possibilità di vittoria“.

 

 

In sintesi Torelli ha perso un pot da 3.825$ e poi uno da 2.275$, ma sarebbe bastato riuscire a spuntarla in uno di essi per prendersi il relativo ammontare e anche 8.000$ extra!

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari