Saturday, Oct. 25, 2014

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 ott 2012

|

con 13 Like

EPT Sanremo – Trionfa il francese Ludovic Lacay. Quarto posto per Angelo Recchia.

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

EPT Sanremo – Trionfa il francese Ludovic Lacay. Quarto posto per Angelo Recchia.

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

SANREMO – Era il favorito di questo tavolo finale, e non si è smentito. Il vincitore dell’EPT di Sanremo 2012 è Ludovic Lacay, francese ventisettenne di Tolosa che si è imposto su tutti gli altri sette avversari e si è portato a casa la Picca, l’orologio ma soprattutto la prima moneta da 744.910 euro (a seguito del deal con il canadese Jason Lavallee), al termine di un tavolo finale condotto in maniera impeccabile nel corso di tutte le ore di gioco: runner up quindi Jason Lavallee, partito da chipleader a inizio giornata e che ha meritato di arrivare al testa a testa finale, per poi cedere contro il fortissimo giocatore francese; per lui comunque un assegno da 538.089 euro e la soddisfazione di essere arrivato fino in fondo al torneo.

Terza piazza per il russo Artem Litvinov, particolare rounder che per regalare un po’ di spettacolo fingeva di affidarsi a una monetina per decidere cosa fare in caso di azioni importanti; per lui quindi medaglia di bronzo e premio di 283.000 euro.

La mano che ha deciso il torneo ha visto Lacay aprire da Small Blind 240.000, ricevendo il call di Lavallee: flop Q4T Lavalle punta 175.000, Lacay rilancia 400.000 e call del canadese; il Turn è J, Lavallee bussa, Lacay punta 1.400.000, all-in del canadese per 4.905.000 e Lacay chiama istantaneamente. Lo showdown vede Lacay con QT per la doppia coppia, Lavallee 86 per il flush draw: il river è un T che regala addirittura full a Lacay, che può permettersi di saltare sulla sedia e urlare dalla gioia per il trionfo.

E quindi la classica locuzione latina biblica “Nemo propheta in patria” si è puntualmente avverata: si è infranto in quarta posizione infatti il sogno azzurro portato da Angelo Recchia, con il brindisino che si è dovuto accontentare della medaglia di legno e un premio comunque onorevole e meritatissimo di 225.000 euro. Angelo si è dimostrato un buonissimo giocatore, capace di recuperare mentalità e gioco dopo aver iniziato fondamentalmente male il suo tavolo finale, perdendo alcuni piatti evitabilissimi e scendendo fino a diventare short stack; da quel momento è iniziata la rimonta, giocando molto meglio e arrivando a eliminare Micah Raskin in sesta posizione, ma dopo aver perso un paio di piatti corposi contro Lacay è arrivata la sentenza finale a opera proprio del francese: finiti ai resti preflop, l’azzurro gira A7 contro JJ del vincitore, senza però che il board 4T272 gli dia una mano.

Prima di lui era stato il momento di uscire per l’irlandese Jason Michael Tompkins (quinta posizione e 171.000 euro di premio), il già citato out dell’americano Micah Raskin in sesta piazza (132.000 euro) e in settima del polacco tifoso della Juventus Adrian Piasecki: per lui, presentatosi al tavolo finale con la maglia di Emerson, 96.000 euro di assegno; ottavo posto infine per il tedesco Ismail Colin Bojang, e un premio da 65.000 euro.

Cala il sipario infine su Sanremo, l’EPT farà tappa nel mese di dicembre in Repubblica Ceca per l’EPT di Praga 2012!

Di seguito il payout del tavolo finale:

1. LUDOVIC LACAY WINNER – 744.910 €
2. JASON LAVALLEE – 538.089 €
3. ARTEM LITVINOV – 283.000 €
4. ANGELO RECCHIA – 225.000 €
5. JASON MICHAEL TOMPKINS – 171.000 €
6. MICAH RASKIN – 132.000 €
7. ADRIAN PIASECKI – 96.000 €
8. ISMAEL COLIN BOJANG – 65.450 €

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari