Thursday, Jul. 24, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 6 ago 2012

|

con 10 Like

Le leggende urbane del Bluff – “Bluffo perchè non posso migliorare il mio punto”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Le leggende urbane del Bluff – “Bluffo perchè non posso migliorare il mio punto”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Un’altra delle “leggende urbane” per quello che riguarda il bluff e che è stata analizzata da un utente di “2+2″ basandosi sulla Teoria dei Giochi (GTO), è quella per cui in pratica si andranno a fare bluff con la parte più bassa del nostro range, tutte quelle mani che molto probabilmente non otterranno aiuti dal board e non miglioreranno nel corso della mano.

Sono considerazioni logiche che in molti avranno già chiare, ma l’analisi approfondita di questi punti può certamente servire a fare chiarezza sulle motivazioni per cui alcune scelte di “Bluff” sono migliori di altre e soprattutto su come non commettere grossolani errori e cercare sempre la scelta +EV.

Leggenda urbana 2 : Si dovrebbero fare bluff con la parte peggiore del nostro range

Se abbiamo una mano che ha poche possibilità di migliorare nelle strade successive, allora dobbiamo bluffare per portarci a casa il piatto visto che non avremo aiuti dal board. Possiamo far foldare anche le mani migliori non importa se subiamo un raise e non importa che mano usiamo per bluffare quando il nostro avversario folda.

Guardate questo esempio :

Hero Raisa da bottone con 32 perchè sa che i bui foldano troppo. Però questa volta il BB decide di chiamare.

Flop : KJ8
BB check. Hero punta.

In questo esempio, Hero ha in assoluto la mano peggiore. Vado qui a spiegare una per una le ragioni per cui critico questa giocata :

Idea Sbagliata : Bluffo perchè non posso migliorare il mio punto

Questa è esattamente una delle ragioni per cui NON bluffare. Come abbiamo già visto, il modo corretto per bluffare è che i nostri bluff dovrebbe essere +EV. Questo spesso richiede di scegliere per bluffare mani che invece possono anche migliorare sulle strade successive. C’è una regola generale che penso sarà familiare per molti di voi. “Usate il TOP del vostro range di fold, quando 3bettiamo in bluff”. La stessa logica si applica qui. E’ necessario usare la parte superiore del range con cui non checkiamo dietro come un bluff. Ecco un diagramma con una corretta struttura di range di puntata :

Immagine di RainbowBright2p2

Idea Sbagliata : Non importa se c’è un rilancio

Questa idea non considera il fatto che dovremmo essere MOLTO preoccupati quando un avversario ci rilancia sopra, perchè abbiamo appena perso la nostra puntata. Infatti, dopo averlo subito, il nostro primo istinto è quello di tornare indietro e non puntare. Ma anche se ci darà fastidio foldare una mano con una buona equity, è sempre meglio avere equity con la nostra mano perchè saranno molte più le volte che riceveremo un Call che un raise. E questo ci porta a …

Idea Sbagliata : Non importa quale mano si utilizza per bluffare quando il nostro avversario folda.

Questo è vero. Ma importa molto quando l’avversario chiama. Il punto di avere bluff forti nel nostro range di puntata è che queste mani potrebbero anche migliorare le volte che l’avversario ci chiamerà. E’ importante scegliere mani per bluffare che ci permetteranno di continuare a bettare quando anche il nostro avversario sarà intenzionato a giocare. Nell’esempio sopra, se avessimo avuto AQ di cuori, saremmo stati in grado di puntare per valore quando hittiamo il nostro gut shot, o di continuare in modo proficuo il bluff se al turn venisse un altro cuori. Al contrario, quando veniamo chiamati con 32off, anche migliorando al turn, non saremo mai in grado di continuare il nostro bluff in maniera profittevole.

 

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari