Wednesday, Sep. 24, 2014

Strategia

Scritto da:

|

il 21 nov 2012

|

con 66 Like

Come si vincono i Freeroll?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Come si vincono i Freeroll?

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Prima di tutto, che cos’è un freeroll? È un torneo di poker, generalmente multi tavolo, che prevede un buy-in gratuito o sotto forma di ticket guadagnato partecipando a promozioni o ad altri tornei. Il payout, invece, eroga premi in denaro o ticket per altri tornei. Ovvio, dunque che, a meno di casi particolari, il field di un torneo freeroll è solitamente composto da giocatori alle prime armi o da altri, magari più esperti, che usano il torneo per stiltare giocando a caso, o addirittura per intraprendere “challenge” con se stessi, come Chris Ferguson o Daniel Negreanu.

Rispetto a un torneo normale è ovvio dunque che serva un adattamento strategico importante. Vediamo come adattarci fase per fase.

EARLY STAGE — In questa fase del torneo il gioco è all’apice del peggio. I tavoli sono infestati da giocatori che non esitano ad andare all-in ogni mano e giocare secondo le dinamiche normali del poker sarebbe impossibile. Ovviamente, con la giusta strategia possiamo volgere a nostro favore il comportamento degli avversari. Giocate Tight più che potete e chiamate gli all-in solamente con mani top range. Quando si sviluppano family pot limpati non esitate a inserirvi nella mischia con qualche mano speculativa che, nel caso hitti il board, vi darà garanzia di essere ricompensati in pieno. Cercate di non giocare mai fuori posizione e lentamente il vostro stack salirà rendendovi pronti per approdare alla fase successiva.

MIDDLE STAGE — Qui i vostri avversari inizieranno a fare sul serio ma in realtà non è un problema. Abbiamo detto che sono giocatori di basso profilo e quindi non dovrebbero rappresentare un grosso problema. Attenzione alle schegge impazzite rimaste in gara, con loro continuiamo ad applicare la strategia iniziale. Con tutti gli altri iniziamo a giocare a poker. Possiamo tentare qualche steal da late position e, in generale, aprire un po’ i range. Sia chiaro, l’impronta di gioco deve comunque essere piuttosto tight.

In questa fase di gioco è altresì importante iniziare a guardarsi attorno studiando gli avversari. Ora avranno uno stile di gioco sensato più il torneo va avanti. Sono scarsi, in linea di massima, quindi commetteranno errori, approfittatene. Cercate di essere aggressivi in bolla contro gli stack minori, anche se è un freeroll solitamente i giocatori non sono propensi a uscire a un passo dai premi, fossero anche 20 centesimi. Subito dopo la bolla tornerà il caos, con gli short stack in modalità kamikaze: un altro buon momento per fare chip.

FINAL TABLE — Giunti qui dobbiamo massimizzare il nostro impegno. Un poker tight aggressive sarà un ottimo stile di gioco per le fasi iniziali ma giunti a 6 left serve un cambio di marcia. Qui a pagare maggiormente è uno stile loose aggressive: per gli short è un buon momento per raddoppiare, per i deep stack è un ottima occasione per incrementare la propria dotazione di chip.

Come avrete capito questo è un momento in cui non ci sono verità assolute, dovete vagliare una strategia consona al vostro stack e al payout del torneo. A volte conviene essere realisti e puntare a un buon piazzamento piuttosto che alla vittoria. Scelte personali, non per niente è il momento più delicato di tutto il torneo.

Seguendo questi semplici consigli potrete affrontare in modo profittevole i freeroll costruendo il bankroll partendo da zero.

Articoli correlati

Diventa nostro fan su Facebook, e ricevi i nostri aggiornamenti!

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari